160x142-banksySarzana.gif

Martedì, 24 Novembre 2020 10:57

Triennale Upside Down: "A New European Bauhaus", un futuro all’insegna della sostenibilità ambientale

Scritto da 

Live su Zoom e successivamente sul sito e sul canale YouTube di Triennale Milano

MILANO - A New European Bauhaus è il nuovo ciclo di conferenze digitali proposto da Triennale Milano nell’ambito della programmazione online Triennale Upside Down. L’iniziativa è  in collaborazione con le rappresentanze diplomatiche e culturali dei paesi europei con cui da quasi un secolo intrattiene relazioni accademiche, realizza mostre e pubblicazioni, stringe accordi di collaborazione. Il primo appuntamento è in programma il 26 e il 27 novembre 2020

Coerentemente con la sua storia e missione, Triennale Milano ha accolto il messaggio della Commissione Europea che lo scorso ottobre 2020 ha lanciato il progetto di un Nuovo Bauhaus Europeo, un movimento di pensiero, una piattaforma, una chiamata alla partecipazione che vuole coinvolgere istituzioni culturali, università, associazioni e il più vasto bacino possibile di cittadini. Per la Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, i temi dello sviluppo sociale ed economico, l’investimento in un futuro all’insegna della sostenibilità ambientale e dei valori di ciascuna comunità passano dalla messa in rete di saperi complessi e diffusi come il design, l’architettura, la demografia, le nuove tecnologie, la studio delle energie rinnovabili. Queste sono le discipline che il Nuovo Bauhaus Europeo deve promuovere per affrontare la crisi ambientale che affligge il Pianeta. 

A partire dalla fine del mese di novembre 2020, attraverso un format aperto e gratuito, live su Zoom e successivamente sul sito e sul canale YouTube dell’istituzione, Triennale Milano invita curatori, designer, studiosi e direttori di musei a ragionare sul tema proposto dalla Commissione Europea per condividere spunti, commenti, proposte e pratiche in un momento molto delicato della storia europea e mondiale, in cui occorre ripensare strumenti, approcci, dinamiche di scambio culturale, espositivo e di creazione del valore nei processi creativi.

26 novembre 2020, ore 18.00

A New European Bauhaus: Germany

promosso da: Triennale Milano e Goethe-Institut Mailand

con: 

Tulga Beyerle, direttrice del Museum für Kunst und Gewerbe di Amburgo

Claudia Banz, curatrice presso il Kunstgewerbemuseum di Berlino

Walter de Silva, designer italiano attivo in Germania, maestro del car design

Willy Dumaz, graphic designer francese neodiplomato in Germania

Margit Jäschke, designer

introduce Katrin Ostwald-Richter, direttrice del Goethe-Institut Mailand

modera Marco Sammicheli, Triennale Milano

27 novembre 2020, ore 18.00

A New European Bauhaus: France

promosso da: Triennale Milano e Institut français Milano

con: 

Constance Guisset, designer francese con una lunga frequentazione del sistema design Italia

Dominique Sciamma, presidente dell’associazione del design francese APCI, direttore della scuola CY Ecole de Design di Cergy Paris Université (ex-direttore della scuola Strate di Sèvres)

Jean-Louis Fréchin, architetto, designer e curatore di progetti di design digitale

Philippe Tabet, designer francese di stanza a Milano

introduce Linda Marchetti, direttrice dell’Institut français di Milano 

modera Marco Sammicheli, Triennale Milano 

Tra dicembre 2020 e marzo 2021 sono in programma altri appuntamenti con: Paesi Bassi, in collaborazione con il Consolato Generale dei Paesi Bassi a Milano e l’Ambasciata d’Olanda a Roma (9 dicembre 2020, ore 18.00); Portogallo; Spagna; Repubblica Ceca; Austria; Finlandia; Danimarca.

I Partner Istituzionali Eni e Lavazza e il Media Partner Clear Channel sostengono Triennale Milano anche per il progetto Triennale Upside Down. 

Info e registrazione su triennale.org

 

 

Ultima modifica il Martedì, 24 Novembre 2020 11:04


300x250-banksySarzana.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio