WEB-160x142.gif

Venerdì, 17 Giugno 2016 15:45

Villa Celimontana. Beijing 798 Impression

Scritto da 

Fino al 19 giugno gli artisti cinesi presenteranno le proprie opere presso la Società Geografica Nazionale, nei locali di palazzina Mattei a Villa Celimontana, via della Navicella n.2

ROMA - È arrivato per la prima volta in Italia “il distretto artistico 798”, un movimento artistico cinese che si è sviluppato da una ex fabbrica di armi che col tempo si è trasformata in un centro dell'arte contemporanea cinese. Una collettiva di 32 artisti tra i più rappresentativi dell’avanguardia asiatica con 34 opere prodotte con tecniche diverse: dalla fotografia alla video art, dalla scultura in acciaio o fibra di vetro all’inchiostro e colori su seta, dalle pitture in tecnica mista all’olio e acrilico su tela, dalle litografie fino anche alle performance.
A Villa Celimontana l’esposizione è stata inaugurata il 15 giugno e sarà aperta al pubblico fino al 19 giugno nei locali di Palazzetto Mattei. L'obiettivo dell'iniziativa non è solo quello di "creare un ponte artistico tra Cina e Italia" e rappresentare l'evoluzione della società cinese "attraverso la sensibilità di alcuni dei nostri migliori artisti", ma anche quello di "raccontare un Paese alla ricerca di una nuova identità culturale" ha spiegato il curatore Chen Xindong.
Gli artisti sono stati scelti in base alla loro capacità di raccontare i traumatici cambiamenti della società nel processo di globalizzazione.
Il “798”, situato a nord-est di Pechino, si trova nell’area industriale statale, in una struttura che in origine produceva componenti per l’elettronica. A partire dal 2002 artisti e organizzazioni culturali hanno iniziato a dividere, ristrutturare e affittare gli spazi della fabbrica, trasformandoli in gallerie e studi artistici, laboratori di design, ristoranti e bar e poi anche appartamenti. L’integrazione tra arte, architettura e cultura contemporanea con un ambiente di interesse storico e uno stile di vita urbano ha reso in poco tempo il 798 il simbolo di un modello culturale in cui la vita urbana artistica e produttiva condivide gli stessi spazi degli ambienti di vita quotidiana.
Questi gli artisti in mostra Wang Ningde, Shi Jianmin, Li Yongbin, Huang Yan, Fang Lijun, Feng Zhengjie, Chang Xugong, Luan Xiaojie, Li Rui, Luo Brothers, Wu Mingzhong, Zhong Biao, Zuo Xiaozuzhou,Qi Zhilong, Weng Fen,Zhao Ling, Zhao Yao, Ma Qiusha, Tang Zhigang,Xue Song,Gao Huijun,Li Ji,Yang Xun,Weng Fen,Kong Lingnan, Chi Qun, Yang Qian,Yu jie ,Guo Bin, Li Luming,Jin Defeng.

Vademecum

Roma, Villa Celimontana
presso la Società Geografica Nazionale, nei locali di palazzina Mattei
via della Navicella n.2.
dal 16 al 19 giugno
ingresso gratuito


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio