WEB-160x142.gif

Venerdì, 26 Maggio 2017 11:33

Roma. Galleria d’Arte Moderna, "Colloqui nelle Stanze"

Scritto da 

Martedì 30 maggio, nell’ambito della mostra “Stanze d’artista. Capolavori del ’900 italiano”, incontro con Laura D’Agostino, storica dell’arte e docente presso l’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro

ROMA - La diversità dei linguaggi artistici è il tema conduttore dei “Colloqui nelle Stanze”, il ciclo di incontri dedicato ad alcuni tra i più interessanti artisti del Novecento italiano tra gli anni Venti e Trenta. Si tratta di pittori e scultori che, in modo molto personale, elaborarono le ricerche delle avanguardie artistiche legandole alla tradizione figurativa italiana. 

Gli incontri pongono al centro proprio le diverse personalità degli artisti contribuendo a restituire il panorama vario e sfaccettato dell'arte italiana della prima metà del Novecento. 

È la scultura la protagonista del secondo appuntamento, il 30 maggio, con l’opera di Arturo Martini il cui richiamo alla radice antica, sia nell’uso del materiale che nei risultati formali, mostra un approccio del tutto lontano dall’esaltazione retorica di quegli anni. Un ritratto intimo tra immagini e parole di Fausto Pirandello, infine, l’ultimo appuntamento, il 16 giugno.

L’iniziativa è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali

PROGRAMMA

Martedì 30 maggio 2017 alle ore 17.00

CON LA CRETA SI PENSA. IL RESTAURO DEL PASTORE DI ARTURO MARTINI

Nel suo personale approccio al “Ritorno all’Ordine”, lontano dalle esperienze delle Avanguardie, Arturo Martini si volge al passato e al riferimento certo della scultura etrusca. Il Pastore, opera in terracotta dalle superfici scabre e dalla posizione instabile, è un ritorno alle origini sia nella forma che nel materiale usato: la creta, una materia povera e utile. Martini predilige le materie naturali e deperibili come il gesso, l’argilla o il legno, una scelta in controtendenza rispetto alle richieste dell’arte ufficiale dell’epoca. L’antico per Martini non è usato come mezzo di propaganda ma come ritorno alla radice stessa della scultura.  

Con Laura D’Agostino, storica dell’arte e Docente presso l’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro

Venerdì 16 giugno 2017 alle ore 17.00

FAUSTO PIRANDELLO, UN RITRATTO INTIMO TRA IMMAGINI E PAROLE

L’incontro dà voce a Fausto Pirandello (Roma, 1899-1975), uno dei maggiori pittori italiani del Novecento, che racconta la propria vicenda creativa e umana attraverso una scelta accurata di letture tratte dai suoi appunti, diari, testi critici, scritti teorici e lettere. Oltre a questo intenso soliloquio, l’incontro propone un omaggio allo scrittore e drammaturgo Luigi Pirandello,  padre dell’artista, per ricordare l’anniversario dei 150 anni dalla sua nascita, avvenuta il 28 giugno 1867.

Con Flavia Matitti, docente di Storia dell’Arte Contemporanea all’Accademia delle Belle Arti di Roma, e Luciana Grifi, scrittrice di testi teatrali

Vademecum

Galleria d’Arte Moderna
Via Francesco Crispi, 24
www.galleriaartemodernaroma.it
Gli appuntamenti si svolgono durante gli orari di apertura della Galleria;
la partecipazione agli incontri è gratuita con pagamento del biglietto di ingresso al Museo secondo tariffazione vigente.
Consigliata la prenotazione 060608 (9.00-19.00): max 40 persone.

Ultima modifica il Venerdì, 26 Maggio 2017 11:37


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio