160x142_canaletto_2.jpg

Lunedì, 12 Marzo 2018 14:52

MAXXI. Vittorio Garatti a Cuba. Architettura e vita

Scritto da 

Martedì 13 marzo 2018, ore 18.00, incontro con il grande architetto italiano che diede forma all’architettura della Cuba Rivoluzionaria

Vittorio Garatti - La Habana Metropolitana Pianta Urbana Vittorio Garatti - La Habana Metropolitana Pianta Urbana

ROMA - “Vittorio Garatti a Cuba. Architettura e vita” è il titolo dell’incontro ospitato il 13 marzo al MAXXI nel quale l’architetto  insieme all’amico e allievo Jorge Antonio Fernandez Torres Direttore Museo Nacional de Bellas Artes, Direttore Oncena e della XII Bienal de La Habana, ripercorre la storia di una singolare avventura umana e artistica.

Introdotto da Margherita Guccione Direttore MAXXI Architettura, l’incontro vede la presenza di Alexis Ramon Seijo Garcìa Presidente ISA Istituto Superior de Artes Cuba, Christian Zecchin e Andrea Vertua Studio Garatti, Pietro Paolo Anella IN/ARCH Istituto Nazionale di Architettura, Alessandro De Magistris architetto Umberto Zanetti ZDA-Zanetti Design Architettura. 

E’ una occasione unica per conoscere da vicino la storia del progettista e la sua esperienza cubana, a partire dalla fondazione dell’Istituto per la Pianificazione Fisica al Piano Regolatore di Cuba, dall’esperienza del padiglione cubano alla Esposizione Universale di Montreal del 1967, alla realizzazione della Scuola di Agraria e di Fertilizzanti Andreè Voisin a Guines nella campagna a sud dell'Avana, fino ad arrivare al suo progetto più famoso, quello delle Scuole Nazionali d’Arte.

Per Vittorio Garatti  (Milano, 1927)  il contesto gioca un ruolo essenziale nella concezione delle forme, non solo come luogo ma soprattutto in quanto politica e società; insieme a Roberto Gottardi e al cubano Ricardo Porro da forma al progetto culturale della rivoluzione di Fidel Castro, senza porsi domande sull’utopia o sul ruolo politico del loro lavoro. Dice lo stesso Garatti: “Abbiamo realizzato un progetto che si inseriva in un contesto preciso, quello del trionfo della Rivoluzione e della liberazione dal regime. La Rivoluzione ha restituito dignità al popolo, ha pareggiato tutto, non c’era più la distinzione tra i ricchi e i poveri. Al trionfo della Rivoluzione i primi investimenti furono nel campo culturale, la campagna dell’alfabetizzazione, la conversione delle caserme in scuole, la creazione della scuola di medicina e di cinema e le Scuole d’Arte per il Terzo Mondo”.

Vademecum

Martedì 13 marzo 2018, ore 18.00
MAXXI Sala Carlo Scarpa | ingresso 5 euro*
*l’acquisto del biglietto dà diritto a un ingresso ridotto al museo (€ 8) entro una settimana dall’emissione
gratuito per i possessori della card myMAXXI, con possibilità di prenotazione del posto per i primi 10, scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il giorno prima dell’evento, fino a esaurimento posti
MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo
www.maxxi.art - info: 06.320.19.54; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
orario di apertura: 11.00 – 19.00 (mart, merc, giov, ven, dom) |11.00 – 22.00 (sabato) | chiuso il lunedì

 

Ultima modifica il Lunedì, 12 Marzo 2018 15:00


300x300_canaletto_2.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio