WEB-160x142.gif

Lunedì, 28 Ottobre 2019 09:54

Dipinto di Cimabue venduto all’asta per oltre 24 milioni di euro e acquistato da un italiano

Scritto da 

L'opera su tavola con fondo oro dal titolo "Cristo deriso”, ritrovata in una casa di Compiègne nel dipartimento dell'Oise della regione dell'Alta Francia, era stimata fra 4 e 6 milioni di euro. L'acquirente  è il mercante d'arte fiorentino Fabrizio Moretti

PARIGI - Record per il dipinto su tavola di Cimabue, battuto all’asta per oltre 24 milioni di euro. A darne notizia la casa d'aste Actéon, specificando che il  prezzo di partenza è stato di 19,5 milioni di euro, al netto delle tasse.

L’asta si è tenuta domenica 27 ottobre 2019, a Senlis, a nord di Parigi. La piccola tavola di Cimabue (25,8 cm su 20,3) è stata al centro di un'accesa gara al rialzo tra otto compratori, tra i quali c'erano anche musei. Alla fine a presentare l'offerta vincente per il prestigioso dipinto è stato il mercante d'arte fiorentino Fabrizio Moretti, con gallerie a Firenze, Londra e Montecarlo. Moretti riveste anche la carica di segretario generale della Biennale Internazionale dell'Antiquariato di Firenze.

"Il Cristo deriso - ha detto Moretti - è una delle più importanti scoperte nell'ambito degli Old Master degli ultimi quindici anni: Cimabue è l'inizio di tutto.  Quando ho avuto l'opera tra le mani, ho quasi pianto".  Moretti ritiene inoltre "certa" l'attribuzione a Cimabue, definendo il prezzo pagato "alto, ma corretto".

L’opera, ritrovata per caso nel corso di un trasloco in una casa di campagna di un’anziana signora, era stimata fra 4 e 6 milioni di euro. Per cui con i suoi 24.180.000 di euro, diventa il dipinto "primitivo" più costoso al mondo, venduto durante un'asta. 

Come evidenziato da Actéon, si aggiudica invece il settimo posto tra i dipinti antichi più cari, dopo il "Salvator Mundi" attribuito a Leonardo da Vinci (venduto da Christie's a New York nel novembre 2017 per 450,3 milioni di dollari), “Il massacro degli Innocenti” di Pieter Paul Rubens, un'opera di Pontormo, un'opera di Rembrandt, un'opera di Raffaello e un'opera di Canaletto.

Ultima modifica il Lunedì, 28 Ottobre 2019 18:27


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio