WEB-160x142.gif

Lunedì, 11 Novembre 2019 12:32

Inedito capolavoro di Guido Reni all’asta da Pandolfini

Scritto da 

"Madonna che allatta il Bambino con un angelo” sarà la star dell’asta che si terrà il 12 novembre 2019, dedicata a opere di arte moderna provenienti da collezioni private italiane

Guido Reni  (Bologna, 1575 – 1642)  MADONNA CHE ALLATTA IL BAMBINO, CON UN ANGELO  olio su tela, cm 62x74,5 Guido Reni (Bologna, 1575 – 1642) MADONNA CHE ALLATTA IL BAMBINO, CON UN ANGELO olio su tela, cm 62x74,5

FIRENZE - Il dipinto "Madonna che allatta il Bambino con un angelo" del pittore Guido Reni (1575-1642), uno dei massimi esponenti del classicismo seicentesco, sarà battuto all’asta da  Pandolfini a Firenze martedì 12 novembre.

L’opera - come si legge in una nota della casa d’aste -  è emersa  da una raccolta aristocratica italiana di antica formazione ma non ancora compiutamente esplorata. La conferma dell’attribuzione a Reni si deve al Professor Daniele Benati. Il dipinto "si ritiene senza dubbio essere il prototipo di una composizione nota fino a questo momento attraverso due sole copie che in nessun modo lasciavano intuire la splendida qualità dell'originale oggi ritrovato".  Presentando l'opera la casa d'aste scriveNella semplicità della nostra composizione risalta la tecnica raffinatissima di Guido nel graduare in maniera sottile il colore dominante, un rosa declinato nelle varietà dell’amaranto e del ciclamino e che traspare con diversa intensità nell’incarnato dei protagonisti, tingendo appena le guance e l’orecchio delicato della Vergine e rafforzandosi invece nell’ombra che ne avvolge le mani. Pennellate argentee definiscono poi il suo velo e traggono riflessi dalle pieghe emergenti della manica, i cui contorni si raffreddano in prossimità del blu del mantello, con tocchi appena velati, come per pentimento”. Il quadro è stimato 250/300/mila euro. 

Nel catalogo d’asta sono presenti anche tre opere dell'Ottocento italiano:  una "Regata sull'Arno" di Raffaello Sorbi , una "Coppia di fanciulle" di Eleuterio Pagliano, stimati rispettivamente 60/80mila euro  e 80/100 mila euro, e "Il polledro" di Plinio Nomellini, esposto per la prima volta nel 1932 a Milano alla mostra del Gruppo Labronico, stimato 65/80 mila euro. 

In catalogo anche due sculture antiche: "Madonna col Bambino benedicente" del Maestro della Madonna di Riomaggiore, artista di cultura campionese attivo in Liguria all'inizio del XIV secolo, presentata con una stima di 15/25mila euro. Mentre una inconsueta effige di "San Sebastiano”, realizzata anch'essa da un maestro di cultura campionese - il Maestro del San Sebastiano da Cascia, viene proposta alla cifra di 40/60mila euro 

Ultima modifica il Lunedì, 11 Novembre 2019 12:56


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio