WEB-160x142.gif

Lunedì, 11 Novembre 2019 16:23

Aste autunnali a New York. Christie's e Sotheby's si sfidano a colpi di capolavori

Scritto da 

Claude Monet, Fernand Léger, Yves Klein, Francis Bacon, Rothko, una sfilata di grandi opere in cerca di nuovi record nella settimana dedicata alle aste di arte moderna e contemporanea 

Claude Monet, "Charing Cross Bridge" (1903) Claude Monet, "Charing Cross Bridge" (1903)

NEW YORK - Una settimana di grandi aste a New York, dove Sotheby's e Christie's duellano a colpi di grandi capolavori, alla ricerca di nuovi record. 

Si parte con  "Charing Cross Bridge" (1903) del pittore impressionista Claude Monet, che viene presentato da Sotheby’s,  martedì 12 novembre, con una stima di 18-27 milioni di dollari. E’ sempre Sotheby’s a proporre un dipinto di Marc Chagall, dal titolo ”Fleurs de St. Jean-Cap-Ferrat”, a 2,3-3,2 milioni di dollari. Mentre è di oltre un milione la stima per "Nature morte à la pipe sur fond orange" (1928) di Fernand Léger. 

Mercoledì 13 novembre è la volta di Christie’s che di Yves Klein, precursore della Body Art, presenta  la monumentale "Barbara (Ant 113)" a una stima di 12-18 milioni di dollari. Una parte del ricavato di questa vendita andrà a beneficio della Water Academy for Sustainable and Responsible Development Foundation, "per creare una nuova cultura dell’acqua e uno sviluppo sostenibile e responsabile". 

Giovedì 14 novembre si torna da Sotheby’s, che su affidamento del Brooklyn Museum di New York, mette all’incanto  "Pope”, di  Francis Bacon (1909-1992), uno dei sei lavori sopravvissuti della serie "Tangier Paintings”, eseguito in Marocco nel 1958, e stimato  tra i 6 e gli 8 milioni di dollari. I proventi della vendita andranno a favore della collezione del museo. 

Lo stesso giorno  Sotheby's proporrà  "Blue Over Red" (1953), uno dei dipinti più iconici di Mark Rothko (1903-1970), con una stima  tra 25 milioni e 35 milioni di dollari. Il dipinto, che dal 2007 si trova nella stessa collezione privata, è apparso per l'ultima volta all'asta nel 2005. 

In tre diverse sessioni,  il 13, il 14 e il 20 novembre, Christie's metterà all’asta la collezione d'arte della famiglia Disney, i cui proventi verranno destinati  a iniziative benefiche e filantropiche. Quella che verrà proposta è la  collezione artistica di Ron Miller, ex presidente della Walt Disney Company, scomparso lo scorso febbraio all'età di 85 anni, e della moglie Diane Disney (1933-2013), figlia di Walt. 

Tra le opere si segnala "Topolino" (1988) di Wayne Thiebaud, stimato  600 mila dollari, la cui vendita servirà a finanziare le iniziative del Walt Disney Family Museum di San Francisco. Nella collezione sono presenti anche dipinti di Henri Matisse, Winslow Homer, Andrew Wyeth, Roy Lichtenstein. Il ricavato andrà a beneficio del Jane Goodall Institute, dell'Halo Trust, la Youth Orchestra di Los Angeles e la Los Angeles Philharmonic.

Ultima modifica il Lunedì, 11 Novembre 2019 16:59


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio