BANKSY-banner-metamorfosi-160x142.jpg

Lunedì, 20 Gennaio 2020 13:11

BOOMing Contemporary Art Show. ”Emergenze” è il focus della prima edizione della fiera

Scritto da 

L’arte “emergente” è pronta a esplodere in città. Un evento diretto Simona Gavioli, critica d’arte e curatrice indipendente, già co-fondatrice ed ex direttrice di SetUp, e prodotto da Doc Creativity, con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna e del Comune di Bologna

BOLOGNA - Dal 23 al 26 gennaio prende il via BOOMing Contemporary Art Show L’arte in stato di “emergenza”,  la nuova fiera d’arte contemporanea in programma a Bologna durante l’Art Week 2020 negli spazi rigenerati di DumBO

Quattro giorni di esposizioni, uno spazio urbano di rigenerazione, 31 gallerie, oltre 100 artisti, due filoni tematici – Ambiente e Femminismi – due premi, un importante anniversario, talk ed eventi collaterali, performance live e robot d’arte, ospiti speciali come Letizia Battaglia e Luca Carboni ed esibizioni off in Galleria Cavour e Palazzo Boncompagni. Questo in sintesi cosa proporrà l’evento diretto da Simona Gavioli, critica d’arte e curatrice indipendente, già co-fondatrice ed ex direttrice di SetUp, che spiega: «Intendiamo “emergente” non come dato anagrafico  ma letteralmente come “essere in procinto di emergere”: come emergenza, quindi, necessità, urgenza, ma anche come momento di criticità foriero di cambiamenti».

Come sottolinea il suffisso BOOM-ing,  il percorso della manifestazione è in perenne divenire; un processo che coinvolgerà anche il pubblico in una concentrazione di forze destinate a culminare in un’esplosione generatrice di nuove possibilità.

La fiera è articolata in due sezioni: Main Section e Solo Show, dedicate rispettivamente alle due “emergenze” dell’ambiente e dei femminismi

Parteciperanno figure femminili di spicco del panorama artistico nazionale e internazionale, tra le quali la celebre fotografa Letizia Battaglia (alberto damian | a gallery without walls), l’artista argentina Silvia Levenson (BI-BOx Art Space) e la francese MadMeg (Gasparelli Arte e D406 Arte Contemporanea), insieme ad artisti/e che hanno fatto della tematica femminile il cardine della loro poetica. 

BOOMing presenta anche una selezione di progetti, eventi, spazi speciali e premi, insieme a due mostre off realizzate con la preziosa collaborazione di Galleria Cavour Green e Palazzo Boncompagni.

A dare il benvenuto ai visitatori all’ingresso della fiera sarà una monumentale opera di arte e tecnologia. “Per farla finita con il giudizio di Dio” è l’installazione del giovane artista Leandro Summo, progettata dall’Apulia Center for Art and Technology, in collaborazione con KUKA e Ronchini Massimo.

Per la prima volta, Bologna scoprirà inoltre i lavori artistici di Luca Carboni, grazie alla personale “Cattedrali erranti” a cura di Maria Letizia Tega che sarà allestita nello spazio “Via Casarini, 7”, così chiamato in omaggio alla strada che ha dato i natali all’artista e che oggi ospita BOOMing e lo spazio DumBO.

Altra iniziativa interessante è PLASTICAd’A-MARE, il primo eco festival #plasticfree protagonista dell’Estate Romana 2019, che porterà all’attenzione del pubblico di BOOMing il tema “emergente” dell’inquinamento da plastica a discapito dei mari. Cosima Montavoci, vincitrice della Call for Artists lanciata dalla manifestazione, esporrà le sue opere frutto di una complessa ricerca sul riuso dei rifiuti e coinvolgerà direttamente il pubblico nella realizzazione live di un’opera site specific.

Da segnare in agenda, sabato 25 gennaio, dalle ore 19.00, l’evento speciale in compagnia degli street artist Corn79 (Il cerchio e le gocce) e Kiki Skipi che si esibiranno in un live painting.

Un’intera area sarà a servizio delle professionalità del mondo dell’arte. Lo spazio DOC30 ospiterà la Rete Doc, il più grande network cooperativo in Italia nei settori cultura, creatività, musica e spettacolo, di cui Doc Creativity – producer di BOOMing – è parte. 

Nello spazio della Fondazione Rocco Guglielmo ogni giorno si terranno talk dedicati al tema de “La cultura della crisi”. Sabato 25 gennaio, alle ore 18.00, appuntamento dedicato ai femminismi in compagnia delle artiste Silvia Levenson, MadMeg e Alessandra Baldoni. Riflessioni che saranno ulteriormente sottolineate dalla presenza di una raccolta di opere di noti collezionisti all’interno della mostra: “Bella come una tartaruga” a cura di Simona Gavioli e Niko Keller.

Non mancheranno i premi. Grazie all’impegno e alla collaborazione con l’Associazione Tiziano Campolmi sarà assegnato l’omonimo Premio Tiziano CampolmiLa prima edizione del Premio Doc Creativity nasce invece con la stessa BOOMing e in occasione dei festeggiamenti per i 30 anni della Rete Doc. Il comitato scientifico della fiera, insieme alla direzione di Doc Creativity e di BOOMing, determinerà l'opera maggiormente capace di sensibilizzare il pubblico sui temi “emergenti” della salvaguardia ambientale e dei femminismi.

«BOOMing non vuole essere una semplice fiera d’arte - spiega Gavioli -  ma vuole trasformarsi in un giardino fruttifero, brulicante di tesori emergenti. Vuole essere la guida che accompagna questi tesori dal momento della nascita di un’urgenza interiore fino a quello della loro esplosione. E lo fa in una città ormai pronta ad accogliere un’arte che non sia solo al servizio dell’estetica, ma che è ormai decisa a impegnarsi per qualcosa di più, per diventare una scintilla di cambiamento, progresso e miglioramento».

Vademecum

BOOMing - Contemporary Art Show
Spazio DumBO, via Casarini 19, Bologna
23 / 26 gennaio 2020
Giovedì 23 - Opening: 20.00-24.00
Venerdì 24: 16.00-24.00
Sabato 25: 15.00-24.00
Domenica 26: 11.00-22.00
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; www.boomcontemporaryart.com

 

Ultima modifica il Lunedì, 20 Gennaio 2020 13:15


BANKSY-banner-metamorfosi-300x250.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio