160x142-banksy-palermo.gif

Domenica, 05 Luglio 2020 18:46

Parigi. Il Louvre riapre e prevede già un 20/30 % in meno delle solite presenze

Scritto da 

Il Museo parigino, dopo tre mesi di chiusura, riapre i battenti il 6 luglio. La visita sarà “a senso unico” e una mappa dei circuiti da seguire (facoltativi in caso di scarsa affluenza) sarà offerta all'ingresso

PARIGI - Il Louvre di Parigi riapre al pubblico il 6 luglio. Aprire dopo tre mesi di chiusura sarà una nuova esperienza da vivere, ovviamene con la mascherina obbligatoria, a partire dagli 11 anni. Il museo fa sapere che i visitatori dovranno arrivare essendone già in possesso, perché non sarà fornita dallo stesso.

La visita sarà "a senso unico", quindi per contemplare la Gioconda si entrerà dalla Grande Galerie e si uscirà dall'altra parte della Salle des Etats, attraverso la Salle Denon.

Il museo consiglia di prenotare online, poiché è la sola formula in grado di garantire l'accesso al museo (solo se il museo non avrà venduto i 400 biglietti ogni mezz'ora previsti, i turisti possono entrare senza aver prenotato). Circa il 30% delle sale sarà chiuso, incluso il secondo piano delle ali Sully e Richelieu, che includono una grande parte di dipinti provenienti dal Nord Europa e dalle collezioni francesi precedenti alla Rivoluzione. Saranno comunque accessibili 30.000 opere distribuite su 45.000 metri quadrati. Le aperture notturne sono al momento cancellate, ma durante l'estate verranno organizzate alcune visite guidate. 

Il presidente e direttore del museo Jean-Luc Martinez, nel corso di una conferenza stampa, ha dichiarato che si prevedono “da 8.000 a 10.000 visitatori al giorno, senza essere sicuri di raggiungerli”.  Non è disfattismo, ma un'osservazione. Nella migliore delle ipotesi, durante l'estate avremo dal 20 al 30% delle nostre solite presenze'. Questa crisi sanitario è un'opportunità per riconquistare un pubblico locale” - ha detto Martinez.

Il Louvre non prevede di tornare alla normalità prima di tre anni. Nella sua lunga storia, il museo ha già sperimentato alti e bassi, tra cui un calo spettacolare delle presenze dopo gli attentati terroristici dell'11 settembre 2001 o quelli del 2015 e del 2016. Con  una pandemia globale ora l'incertezza è molto più alta e il museo, ad oggi, ha già perso 40 milioni di euro dall'inizio dell'emergenza sanitaria. 

Ultima modifica il Domenica, 05 Luglio 2020 18:49


300x250 Michelangelo - artemagazine.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio