160x142-banksy-palermo.gif

Martedì, 20 Ottobre 2020 09:53

Prix Marcel Duchamp 2020 assegnato all’artista Kapwani Kiwanga

Scritto da 

Classe 1978, l’artista, originaria di Hamilton, Canada, vive e lavora a Parigi. Formatasi in antropologia prima di entrare nelle arti visive, adotta un approccio che assume la forma di installazioni, scultura, fotografia, video e performance

Kapwani Kiwanga  © Manuel Braun Kapwani Kiwanga © Manuel Braun

PARIGI - E' stato annunciato il nome della vincitrice del Prix Marcel Duchamp 2020, il più prestigioso premio francese assegnato a un artista contemporaneo vivente. Si tratta dell’artista canadese Kapwani Kiwanga. 

Il progetto presentato per il premio si intitola Flowers for Africa ed è stato avviato nel 2013, durante un periodo di residenza in Senegal. Rimane ad oggi un progetto in corso. 

Relatore dell'artista il noto filosofo Emanuele Coccia, autore di La vita delle piante. Metafisica della mescolanza, edito da Il Mulino.

Il lavoro di Kapwani Kiwanga ha un approccio storiografico: sulla base di ricerche iconografiche in archivi nazionali o agenzie fotografiche, l'artista si concentra sulla presenza dei fiori durante gli eventi diplomatici legati all'indipendenza delle nazioni africane. Posizionati sui tavoli delle trattative, sui podi durante i discorsi o utilizzati per adornare le sfilate cittadine, queste composizioni floreali diventano i testimoni di momenti storici cruciali. Per ogni mostra, Kiwanga ricrea, nel modo più accurato possibile, gli allestimenti floreali raffigurati in queste immagini d'archivio. Destinati ad appassire nel corso della loro esposizione, questi fiori ci invitano a riflettere sul tempo e sulla storia, al di là del concetto di monumento e commemorazione, nella tradizione della Vanitas. La serie presentata è composta da 13 opere alle quali se ne sono aggiunte di nuove, esposte per la prima volta.

Kapwani Kiwanga ha studiato antropologia e religione comparata alla McGill University di Montreal, prima di entrare in un corso post-laurea presso la scuola di Belle Arti di Parigi. Il suo lavoro è stato esposto al MIT List Visual Arts Center, Cambridge; all' Hammer Museum, Los Angeles; all' Esker Foundation, Calgary; al Power Plant, Toronto; alla South London Gallery e alla Serpentine Gallery, Londra; al Jeu de Paume e al Centre Pompidou di Parigi e al MACBA, Barcelona. I suoi lavori sono inclusi nelle Collezioni del CNAP (French National Centre for Visual Arts), del Guggenheim, del Musée d’Art Moderne de la Ville de Paris, della National Gallery of Canada, del MUSAC di Castilla y León e in numerosi FRAC (collezioni regionali).

Il progetto Flowers for Africa sarà visitabile fino al 4 gennaio 2021, presso il Centre Pompidou, unitamente ai lavori degli altri finalisti 2020. La collettiva è curata da Sophie Duplaix.

Ultima modifica il Martedì, 20 Ottobre 2020 09:59


300x250 Michelangelo - artemagazine.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio