160x142-banksy-palermo.gif

Martedì, 03 Novembre 2020 10:41

All’asta da Artcurial di Parigi la “Maddalena penitente”, dipinto recentemente scoperto del Salai

Scritto da 

Un raro dipinto su tavola del pittore lombardo Gian Giacomo Caprotti, il più stretto collaboratore di Leonardo da Vinci, sarà messo all’asta mercoledì 18 novembre 2020 con una stima tra i 100/150 mila euro 

PARIGI -  La “Maddalena penitente” (1515-1520), raro dipinto su tavola recentemente scoperto del pittore lombardo Gian Giacomo Caprotti, detto il Salai (derivato da una contrazione di "Saladino", inteso come diavolo, poiché infedele - 1480/1524),  verrà messo all’asta da Artcurial di Parigi mercoledì 18 novembre 2020. Stimata tra i 100 e i 150 mila euro, l’opera fa parte di una collezione privata e il suo proprietario l'ha affidata ad Artcurial per la vendita, ignorando però l'autore.

E’ stata Cristina Geddo, esperta del periodo lombardo dei secoli XV-XVI e soprattutto dei seguaci leonardiani, contattata da Eric Turquin, specialista francese della pittura moderna, ad attribuire il dipinto al Salai, "il diavoletto" di Leonardo, suo allievo, suo modello e forse anche suo amante.

L’opera, realizzata con perfetta conoscenza del celebre sfumato  leonardesco, si presenta in buone condizioni ma necessita comunque di una ripulitura per rimuovere la vernice che risulta sporca e ossidata. Nel dipinto Maria Maddalena, raffigurata su uno sfondo scuro, con gli occhi alzati verso il cielo e le braccia incrociate, presenta  diverse similitudini con il "Cristo Redentore" dell'Ambrosiana.

Attualmente sono meno di dieci i dipinti attribuiti al Salai tra cui "Cristo Redentore" e "San Giovanni Battista" alla Pinacoteca Ambrosiana di Milano, mentre gli altri sono di proprietà privata.

Ultima modifica il Martedì, 03 Novembre 2020 10:46


300x250 Michelangelo - artemagazine.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio