160x142-banksy-palermo.gif

Giovedì, 05 Novembre 2020 08:43

Coronavirus. “Lookdown”, l’installazione di Jago a Piazza del Plebiscito. Video

Scritto da 

L'artista: “Il significato della mia opera? Andatelo a chiedere a tutti quelli che, in questo momento, sono stati lasciati incatenati nella loro condizione“

NAPOLI - E’ accaduto nella notte del 5 novembre, a Napoli, a Piazza del Plebiscito. Un bimbo rannicchiato abbandonato al centro della Piazza, con una catena che lo tiene inchiodato a terra. E’ l’installazione in marmo bianco con la quale Jago, all’anagrafe Jacopo Cardillo, artista e scultore di Frosinone, classe 1987, ha voluto lasciare la sua testimonianza rispetto a quanto sta accadendo a tante categorie di lavoratori a causa della crisi economica provocata dalla pandemia di Covid-19.

L’opera, da un milione di euro,  è emblematica e racchiude in sé tutta la tragicità del momento che stiamo vivendo. Il titolo dell’installazione è “Lookdown”.   “Il significato della mia opera? - dice Jago - Andatelo a chiedere a tutti quelli che, in questo momento, sono stati lasciati incatenati nella loro condizione“.

“Look-down” insomma, giocando sull'assonanza con la parola "lockdown", continuamente evocata in questi tempi terribili, è un invito a “guardare in basso” ai problemi che affliggono la società e alla paura di una situazione di povertà diffusa che si prospetta essere molto preoccupante, soprattutto per i più fragili.

Ultima modifica il Giovedì, 05 Novembre 2020 08:48


300x250 Michelangelo - artemagazine.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio