160x142-banksy-palermo.gif

Martedì, 24 Novembre 2020 17:35

La Biblioteca Nazionale di Napoli acquisisce da Finarte una lettera autografa di Leopardi

Scritto da 

La rara missiva del poeta destinata al conte Carlo Emanuele Muzzarelli, letterato e suo amico, va ad arricchire il fondo leopardiano conservato nell’Istituzione napoletana

Dal sito di Finarte - GIACOMO LEOPARDI, Lettera autografa firmata, 1825 Dal sito di Finarte - GIACOMO LEOPARDI, Lettera autografa firmata, 1825

NAPOLI - La Biblioteca Nazionale di Napoli si è aggiudicata in una asta di Finarte, mercoledì 18 novembre scorso, una lettera autografa di Giacomo Leopardi per il conte Carlo Emanuele Muzzarelli. La missiva, scritta il 18 dicembre 1825, è firmata dal poeta sulla quarta pagina. 

Il documento presenta un piccolo strappo al margine bianco superiore e il timbro postale di Bologna, con data di arrivo 22 dicembre 1825, e tracce del bollo a cera brunito. La lettera ha particolare interesse bibliografico e storico. Più volte citata negli epistolari e repertori, si rivela inoltre molto utile per una maggiore comprensione della personalità del poeta.

Il direttore della Biblioteca, Gabriele Capone, ha sottolineato: "Nonostante la chiusura forzata per le disposizioni anti Covid, non abbiamo interrotto la nostra azione di tutela della memoria di Leopardi e la costante attività di valorizzazione del fondo con la ricerca di altre testimonianze leopardiane nelle mani di privati”.

A Napoli, città nella quale Leopardi soggiornò a  lungo, dal 1833 fino alla morte, e che  custodisce i suoi presunti resti nel parco Virgiliano, conserva la quasi totalità del corpus delle opere letterarie, filosofiche e saggistiche leopardiane, e anche oltre l'80% delle corrispondenze inviate da parenti ed amici allo stesso Leopardi. 

Ultima modifica il Martedì, 24 Novembre 2020 17:44


300x250 Michelangelo - artemagazine.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio