160x142-banksySarzana.gif

Martedì, 26 Gennaio 2021 09:00

Il San Francisco Art Institute mette in vendita un gigantesco murale di Diego Rivera per ripianare i debiti, ma gli studenti si ribellano e si dimette la presidente

Scritto da 

L’opera è valutata 50 milioni di dollari.  La scuola d'arte per resistere alla crisi economica che l'affligge da almeno quattro anni, ha pensato di cedere il capolavoro del celebre artista messicano. Tra gli interessanti anche il regista e produttore cinematografico George Lucas

SAN FRANCISCO - Per ripiantare i debiti che lo affliggono da oltre quattro anni, il San Francisco Art Institute è intenzionato a vendere un gigantesco murale di Diego Rivera (1886-1957), valutato 50 milioni di dollari. Si tratta di un lavoro “site specific” del famoso artista messicano. La scuola d’arte californiana  deve restituire, infatti,  un prestito da quasi 20 milioni di dollari e assicurare un budget di 19 milioni per il funzionamento dell'istituzione.

Rivera, celebre anche per essere stato il compagno di Frida Kahlo, eseguì l'opera, dal titolo "La realizzazione di un affresco che mostra la costruzione di una città”, nel 1931. Il murale raffigura la costruzione di una città ritraendo esperti, artisti e maestranze (compreso lo stesso Rivera). 

Stando alle indiscrezioni della stampa californiana, tra gli  interessati all'acquisto, ci sarebbe il regista e produttore cinematografico George Lucas, celebre per aver diretto i film "American Graffiti" (1973) e "Guerre stellari (Star Wars)" (1977), che lo vorrebbe nel suo museo di prossima apertura a Los Angeles, il Lucas Museum of Narrative Art. 

Ma tra gli studenti e docenti della scuola californiana è partita una mobilitazione per tentare di scongiurare il distacco dalla parete del capolavoro e la sua conseguente vendita, definita  "uno scempio, un insulto". Come precisato dal consiglio di facoltà, nessuna decisione è ancora stata presa. "La nostra prima scelta - aveva  spiegato la presidente Pam Rorke Levy, che nel frattempo si è dimessa - sarebbe una cessione in situ, con un partner istituzionale o un magnate, che permetterebbe di tenere il murale a disposizione del pubblico". Rorke Levy ha poi commentato: "Ho agito per salvare la scuola".

Ultima modifica il Martedì, 26 Gennaio 2021 09:33


300x250 Michelangelo - artemagazine.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio