160x142-banksySarzana.gif

Martedì, 19 Gennaio 2021 14:17

Ritrovato il Salvator Mundi napoletano. Era stato rubato ma nessuno se n’era accorto

Scritto da 

Una copia di scuola leonardesca, coeva al dipinto attribuito a Leonardo e venduto all’asta da Christie’s per 450 milioni di dollari, è stato ritrovato in un appartamento a Ponticelli. Al momento sono in corso le indagini per capire come sia stato trafugato dal museo DOMA della Basilica di San Domenico Maggiore a Napoli

NAPOLI - E’ stato ritrovato il Salvator Mundi, un dipinto del XV secolo di scuola leonardesca, contemporaneo a quello attribuito a Leonardo e venduto all’asta per 450 milioni di dollari. Il Cristo benedicente era sparito dall'armadio nella Sala degli arredi sacri della basilica di San Domenico Maggiore a Napoli, ma complice il lockdown, nessuno se n’era accorto e quindi nessuno aveva sporto denuncia, se non il priore, dopo il ritrovamento. 

L'armadio si poteva aprire con una chiave antica, custodita in una cassaforte. Il Salvator Mundi era al suo posto, a marzo, e fino a tre mesi fa circa, secondo quanto riportano le indagini coordinate dalla procura retta da Giovanni Melillo, attraverso l'aggiunto Vincenzo Piscitelli. Poi il dipinto è sparito. Ma come e quando sia accaduto per ora è un mistero.

Il quadro è ricomparso lo scorso sabato, avvolto in una carta e nel cellophane, su un armadio in una cameretta di un appartamento di un commerciante incensurato, al primo piano di via Strada provinciale delle brecce. "L'ho trovato in un mercatino dell'usato”- ha detto l’uomo ai poliziotti che l’hanno arrestato per ricettazione. 

Il dipinto, un olio su tavola, dovrà ora essere identificato dal priore, ma attualmente è sotto sequestro e sotto tutela della Soprintendenza, che dovrà esaminarne le condizioni. 

E’ stata dunque sventata la vendita al circuito nero dell'arte. Si è trattato di un colpo sicuramente mirato e con un obiettivo esclusivo, senza che fosse necessario ricorrere a particolari mezzi. Ora bisogna mettere a posto tutti i tasselli del puzzle. Le piste possibili sono molte, comprese quella di complicità interne. 

Ultima modifica il Martedì, 19 Gennaio 2021 14:22


michelangelo 2.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio