160x142-banksySarzana.gif

Martedì, 02 Febbraio 2021 14:36

Artissima apre finalmente al pubblico

Scritto da 

Da mercoledì 3 fino a venerdì 12 febbraio 2021 si potranno vedere le mostre nelle sedi della Fondazione Torino Musei: GAM, Palazzo Madama e MAO

Artissima 2020, Stasi Frenetica_GAM Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Torino, Photo: Perottino – Piva / Artissima Artissima 2020, Stasi Frenetica_GAM Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Torino, Photo: Perottino – Piva / Artissima

TORINO  -  Apre finalmente al pubblico Artissima Internazionale d’Arte Contemporanea. Saranno quindi visitabili le mostre nelle sedi dei musei della Fondazione Torino MuseiGAM - Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Palazzo Madama - Museo Civico d’Arte Antica e MAO Museo d’Arte Orientale.

“Siamo molto felici di poter finalmente aprire le porte fisiche di queste mostre, frutto di tanto lavoro e della coesione sinergica tra Artissima e le sue Gallerie.  - Commenta la direttrice Ilaria Bonacossa - Re-immaginare Artissima insieme a queste ultime in poche settimane è stata una sfida nata dal desiderio di non rinunciare a vivere l’arte in prima persona. Il dialogo animato e appassionato con le gallerie è stata l’occasione per capire come solo lavorando insieme si possa affrontare un momento complesso come quello che stiamo vivendo. La selezione non è stata affatto semplice, perché ha dovuto tener conto di molteplici variabili, dalla provenienza geografica dei lavori alle loro dimensioni e ai temi evocati da ciascuna opera. La presentazione si è articolata nel tentativo di far emergere le peculiarità di ciascuna ricerca in un dialogo a volte cacofonico ma pieno di vitalità e forza visiva. L’eccezionalità della situazione si è trasformata nell’occasione per sperimentare una diversa modalità di incontro tra arte, gallerie e collezionisti, e di fortissimo coinvolgimento del pubblico”.

Con il titolo Stasi Frenetica, GAM, Palazzo Madama e MAO ospitano un corpus di opere provenienti dalle gallerie di Artissima selezionate per l’edizione 2020 della fiera, offrendo uno spaccato di quello che il pubblico avrebbe trovato negli stand. Una presentazione corale sul tema Stasi Frenetica, curata da Ilaria Bonacossa in stretto dialogo con i galleristi coinvolti.

Il concetto di Stasi Frenetica alla base delle mostre è un invito a riflettere sull’idea dell’accelerazione opposta all’inerzia e sulla necessità, sempre più impellente, di cambiare i nostri paradigmi e ricercare possibili risposte alla crisi attuale. Risposte che potrebbero e dovrebbero essere suggerite anche da una profonda e meditata evoluzione culturale e sociale veicolata dall’arte, da sempre testimone di storie e civiltà passate e al contempo catalizzatrice delle visioni più innovative. Un tema al centro dei più attuali dibattiti che rappresenta anche un’interessante chiave di lettura dei mesi passati, caratterizzati dall’alternarsi di diverse modalità di lockdown.  

La GAM, Palazzo Madama e il MAO presentano un distillato delle storiche sezioni di Artissima: la Main Section, che raccoglie le gallerie più rappresentative del panorama artistico mondiale; New Entries, che propone gallerie emergenti della scena internazionale, e Dialogue/Monologue, in cui gallerie dal forte approccio sperimentale presentano un singolo artista o il dialogo tra due artisti.

GAM - Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea

L’edificio modernista della GAM accoglie, al piano terra e nella sala mostre al piano -1, un allestimento di sorprendente polifonia visiva con oltre cento opere delle gallerie delle sezioni Main Section e Dialogue/Monologue di Artissima, selezionate da Ilaria Bonacossa.

Dalla Main Section provengono lavori monumentali di grandi artisti, veri e propri pionieri, accostati a esperimenti irriverenti di talenti internazionali: piccoli e inaspettati segni creativi, sculture, grandi installazioni, quadri e fotografie forniranno un variegato spaccato delle ricerche di artisti provenienti da tutto il mondo. Le gallerie della sezione Dialogue/Monologue presentano invece opere più intime, ma altrettanto capaci di attivare risonanze e stimolanti riflessioni.

PALAZZO MADAMA - Museo Civico d’Arte Antica

La Corte Medievale, cuore antico di Palazzo Madama, riunisce una trentina di opere individuate insieme con gallerie delle edizioni 2020, 2019 e 2018 di New Entries, le più giovani e sperimentali gallerie aperte da massimo 5 anni. Con la regia di Ilaria Bonacossa e Valerio Del Baglivo, il tema della stasi frenetica in questa atmosfera assume un carattere conturbante e vagamente soprannaturale. Nella Corte, sede di Stasi Frenetica, sono visibili le diverse fasi costruttive dell’edificio, dai resti della Porta Romana detta decumana fino agli archi medievali.

Vademecum

Artissima @GAM @Palazzo Madama @MAO
Apertura al pubblico
3 – 12 febbraio 2021
Mercoledì e giovedì dalle 11 alle 19
venerdì dalle 11 alle 20
Le biglietterie chiudono un’ora prima.
Sabato, domenica, lunedì e martedì chiusi.
@GAM - Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea  
Via Magenta 31, Torino
Stasi Frenetica: € 4,00
Stasi Frenetica & Collezioni permanenti: € 12,00
@Palazzo Madama - Museo Civico d’Arte Antica
Piazza Castello, Torino
Stasi Frenetica: € 4,00
Stasi Frenetica & Collezioni permanenti: € 12,00
Biglietto cumulativo Artissima @ GAM + @ Palazzo Madama: € 6,00
@MAO Museo d’Arte Orientale
Via San Domenico 11, Torino
Stasi Frenetica & Collezioni permanenti: € 10,00
Possessori del biglietto Artissima @ GAM Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea: € 8,00
Possessori del biglietto Artissima @ Palazzo Madama: € 8,00
I biglietti sono acquistabili sulla piattaforma TicketOne
ARTISSIMA - Internazionale d’Arte Contemporanea
T +39 011 19744106
www.artissima.art | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Facebook | Twitter | Instagram | Youtube: ArtissimaFair
 

Ultima modifica il Martedì, 02 Febbraio 2021 14:39


300x250-banksySarzana.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio