160x142-banksySarzana.gif

Martedì, 23 Febbraio 2021 18:04

La Pilotta di Parma riaprirà (quando si potrà) con la mostra “L’Ottocento e il mito di Correggio”

Scritto da 

L’esposizione, già allestita e rinviata per due volte, aprirà al pubblico senza le consuete presentazioni alla stampa e la cerimonia di inaugurazione

Antonio Allegri detto il Correggio, Martirio dei santi Placido, Flavia, Eutichio e Vittorino, 1524 circa. Olio su tela. Parma, Abbazia di San Giovanni Evangelista Antonio Allegri detto il Correggio, Martirio dei santi Placido, Flavia, Eutichio e Vittorino, 1524 circa. Olio su tela. Parma, Abbazia di San Giovanni Evangelista

PARMA - Dopo ben due rinvii, la mostra “L’Ottocento e il mito di Correggio”, ospitata alla Pilotta di Parma, avrebbe dovuto inaugurare il 26 febbraio 2021, ma dato che i musei dell’Emilia Romagna, essendo la regione in area arancione, resteranno per il momento sbarrati, neppure questa nuova data può essere rispettata. 

L’importante e attesa esposizione, curata da Simone Verde, Direttore della Pilotta, è già allestita e il catalogo è edito, per cui il Direttore ha deciso che, fin dal primo giorno di riapertura del museo “L’Ottocento e il mito di Correggio” sarà visitabile.

É probabilmente il primo caso in cui una mostra apre alle visite del pubblico senza le consuete presentazioni alla stampa e la cerimonia di inaugurazione. 

“Rifissare per la terza volta, in questo clima di incertezze, l’inaugurazione della mostra, non ha, credo – afferma Verde - senso alcuno. Meglio consentirne il godimento da parte del pubblico prima possibile, pur senza formale inaugurazione”. 

“Quando la Pilotta potrà riaprirsi alle visite, programmeremo una presentazione scientifica della mostra, in presenza o on line, a seconda di quanto i tempi consentiranno”.

Ultima modifica il Martedì, 23 Febbraio 2021 18:36


300x250 Michelangelo - artemagazine.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio