BANNER_WEB_160X142.jpg

Martedì, 24 Maggio 2016 18:05

Una petizione affinché il murale di William Kentridge non sia coperto dalle bancarelle

Scritto da 

L'opera dell'artista sudafricano è in procinto di essere offuscato dalle bancarelle pronte ad essere allestite per l'Estate Romana. L'appello su Change.org rivolto a Nicola Zingaretti

ROMA - Inaugurato poco più di un mese fa il murale realizzato dall’artista sudafricano William Kentridge, dal titolo “Triumphs and Laments” , tra Ponte Mazzini e Ponte Sisto, rischia già di essere “oscurato” dalle bancarelle che hanno cominciato a far capolino sulle sponde del Tevere per l’Estate Romana.

Per evitare che questa splendida opera, peraltro temporanea, visto che per le modalità di realizzazione è destinata a scomparire entro 4 anni, è nata una petizione online su Change.org, indirizzata al presidente della Regione, Nicola Zingaretti, e ai responsabili del Comune di Roma. Come ben evidenzia l’appello, quel tratto di banchine, ribattezzato dall’Associazione Tevereterno, “Piazza Tevere”, dovrebbe rappresentare una sorta di oasi, di ritrovo  culturale e di svago per cittadini e turisti, un’area quindi da tutelate e rivalutare. “Sarebbe bello che nei mesi estivi almeno questo tratto possa non solo tornare a essere quel luogo aperto a tutti dove, come in un parco, si possa andare in bicicletta o camminare, prendere il sole o pescare, ma anche un’area in cui ospitare laboratori per bambini, letture poetiche o teatrali, piccoli concerti acustici, interventi e performance d’arte contemporanea…”

La petizione prendendo spunto dal titolo dell’opera di Kentridge, ironizza purtoppo amaramente, sottolineando che dopo il clamore e i “Trionfi” mediatici, ad oggi ci si deve rendere conto anche e soprattutto dei “Lamenti”, di certo non legati all’opera di Kentridge, ma alla disattenzione nei suoi confronti e più in genere nei confronti dei beni comuni. 

Diverse personalità del mondo della cultura, dell’arte, ma anche comuni cittadini, giustamente indignati, hanno firmato la petizione. L’appello è stato già sottoscritto da Achille Bonito Oliva, dai registi Daniele Luchetti e Giuseppe Piccioni, Silvana Bonfili, direttrice del Museo di Roma in Trastevere,  Marcelle Padovani, rappresentante stampa estera, da Pietro Folena, Presidente dell’Associazione Metamorfosi, dagli artisti Giosetta Fioroni e Felice Levini

Nella petizione si legge “Questo appello viene incontro alle lamentele che tanti cittadini ci hanno espresso passando in questi giorni per “piazza Tevere” scoprendo che di lì a poco sarebbe nuovamente diventata “Bazar Tevere”, ed è rivolto quindi anche alle associazioni dei residenti del centro in vista di un’ampia partecipazione collettiva nella gestione dei beni comuni. 

Qui il testo completo della petizione 

300x240.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio