WEB-160x142.gif

Sabato, 06 Agosto 2016 11:52

Olimpiadi Rio 2016. Gli interventi artistici di Eduardo Kobra e di JR

Scritto da 

Un murale di di 3000 metri quadri dello street artist brasiliano dal titolo "Todos somos uno” e due straordinarie installazioni dell'artista francese JR

RIO DE JANEIRO - In occasione delle Olimpiadi di Rio 2016, vale la pena gettare l’occhio anche su alcuni contributi artistici che celebrano i giochi, che per la prima volta nella storia si tengono in un paese del Sud America. 

Il primo intervento artistico è quello dello street artist brasiliano, Eduardo Kobra, il quale ha realizzato un murale di 3000 metri quadri dal titolo "Todos somos uno”. Il lavoro è stato commissionato  all’artista di San Paolo dal Comitato Organizzatore dei Giochi Olimpici. Kobra, celebre per i suoi lavori a supporto della difesa dell’ambiente, per questa occasione ha realizzato un’opera davvero grandiosa nell’area portuale di Rio, inaugurata il 5 agosto. Il murale rappresenta cinque ritratti nei colori dei cerchi olimpici, quindi blu, giallo, nero, verde e rosso. Ogni volto indigeno rappresenta un continente: un Mursi dell’Etiopia per rappresentare l’Africa, un Huli della Papua Nuova Guinea per l’Oceania, un Chukchi siberiano per l’Europa, un Karen della Thailandia per l’Asia. Il messaggio che l’artista ha voluto trasmettere è un messaggio di pace, di tolleranza, di inclusione, di fratellanza e di superamento di qualsiasi confine geografico.

L’altro intervento artistico, sul quale vale la pena soffermarsi, è quello del sempre sorprendente artista francese JR. Dopo aver fatto sparire la piramide del Louvre a Parigi grazie a una foto-installazione, la primavera scorsa, eccolo intervenire a Rio con due straordinarie installazioni, due incredibili colossi monocromatici che campeggiano uno sul tetto di un palazzo l’altro su una impalcatura rivolta verso l’Oceano. Si tratta di gigantografie sorrette da impalcature che restituiscono un incredibile effetto tridimensionale. La prima opera che si staglia in cima a un grattacelo di Rio, rappresenta il saltatore sudanese Mohamed Younes Idress, di 27 anni, che però non ha passato le qualificazioni per le Olimpiadi, come spiegato dallo stesso JR, che però aggiunge "in qualche modo ci sarà”. L’altro colosso rappresenta un nuotatore nell’attimo in cui sta per tuffarsi tra le onde dell’Oceano. I due lavori fanno parte di un progetto dal titolo “Inside out” non ancora portato a termine dall’artista. 

Ultima modifica il Sabato, 06 Agosto 2016 12:03


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio