WEB-160x142.gif

Lunedì, 05 Settembre 2016 14:42

Museo Egizio di Torino. Prorogata al 2 ottobre la mostra "Il Nilo a Pompei"

Scritto da 

La mostra inaugurata il 5 marzo scorso avrebbe dovuto chiudere il 4 settembre. Ad oggi sono stati oltre 186mila i visitatori 

TORINO - La mostra Il Nilo a Pompei al Museo Egizio di Torino avrebbe dovuto chiudere i battenti domenica 4 settembre. Ma visto il successo di pubblico l’esposizione sarà invece prorogata fino al prossimo 2 ottobre. 

Ad oggi la mostra inaugurata il 5 marzo scorso, che rappresenta un’affascinante testimonianza di “globalizzazione ante litteram” indagando la fitta rete di relazioni tra la cultura egizia e quella greco romana, ha già registrato oltre 186mila presenze. Solo nelle ultime due settimane di agosto sono stati oltre 28mila i visitatori. Questa straordinaria accoglienza da parte del pubblico ha quindi spinto il Museo Egizio a prorogare l'esposizione. 

L’esposizione composta da oltre 330 pezzi provenienti da musei italiani e stranieri, rappresenta la prima tappa del progetto espositivo "Egitto Pompei”, nato dalla collaborazione tra il Museo Egizio, la Soprintendenza Pompei e il Museo Archeologico Nazionale di Napoli (MANN). Da subito la mostra  aveva infatti dato segnali positivi  registrando a soli 2 mesi dall'inaugurazione oltre 78mila visitatori.

Christain Greco, direttore del Museo Egizio, ha dichiarato a tal proposito: "Siamo molto soddisfatti di questo risultato che sottolinea non solo l'apprezzamento del pubblico per il tema indagato, ma anche la bonta' della scelta di produrre mostre temporanee che, oltre a contribuire alla sostenibilita' del Museo, ci aiutano ad affermarci come ente di ricerca a livello internazionale". 


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio