BANKSY-banner-metamorfosi-160x142.jpg

Lunedì, 19 Dicembre 2016 13:05

Street Art. OZMO a Miami

Scritto da 

L’artista, pioniere della street art italiana, ha realizzato "Grab this cock", un murale contro ogni forma di discriminzione e razzismo nel cuore dell’art district di Wynwood 

MIAMI - Si chiama Grab the cock il grande murale realizzato da OZMO a Miami, all’interno della scuola elementare Eneida M. Hartner, nel cuore dell’art district di Wynwood. 

OZMO, uno dei pionieri della street art italiana, artista tra i più conosciuti e apprezzati a livello internazionale, così dopo San Francisco sbarca anche in Florida, dove ha raffigurato e ricontestualizzato uno stemma araldico all’interno di una scuola frequentata da un melting pot di bambini figli di minoranze che vivono al di sotto della soglia di povertà. Lo stemma rappresenta appunto un gallo che è uno dei simboli più cari alla comunità caraibica e cubana che abita nei quartiere attigui di Little Haiti e little Havana, tanto che ancora se ne possono trovare tra le strade del quartiere. Con questo murale OZMO è rimasto quindi fedele al suo assunto, ovvero quello di cercare sempre “di lavorare site specific, e di creare piu livelli di intepretazione”.

Grab the cock è stato creato durante la recente edizione di Art Basel Miami Beach, tenutasi dall’1 al 4 dicembre 2016, per The Raw Project che offre ad artisti particolarmente riconosciuti a livello mondiale l’occasione di realizzare delle opere, al fine di migliorare l’ambiente scolastico, attraverso l’arte urbana e l’impegno della comunità.

Il progetto RAW ha infatti dimostrato che i murales hanno portato a un aumento della frequenza alle lezioni e di iscrizioni scolastiche, oltre a punteggi dei test più alti, meno violenza a scuola e un’atmosfera positiva (www.projectwynwood.com/raw).

.


 

 

Ultima modifica il Lunedì, 19 Dicembre 2016 13:15


BANKSY-banner-metamorfosi-300x250.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio