WEB-160x142.gif

Mercoledì, 18 Gennaio 2017 17:50

MET di New York in deficit, spese congelate fino al 2024

Scritto da 

Il museo della Quinta Strada rallenta le mostre, riduce lo staff e rinuncia alla costruzione della nuova ala dedicata all'arte moderna e contemporanea, progettata dall’archistar britannico David Chipperfield

NEW YORK -  Tira una brutta aria al Metropolitan di New York, il museo con il più alto numero di visitatori al mondo che sta vivendo una grave crisi finanziaria già da tempo. E quindi in tempo di crisi il celebre museo della Quinta Strada rinuncia anche all’ampliamento dell’area dedicata all’arte moderna e contemporanea, il cui progetto è stato firmato dall’archistar britannico David Chipperfield e il cui costo si aggira attorno ai 600 milioni di dollari. La nuova ala avrebbe peraltro dovuto arricchirsi della collezione di quadri cubisti del magnate dei cosmetici Leonard Lauder. 

Dunque per ora spese congelate fino al 2024, almeno secondo quanto annunciato dallo staff del presidente del museo Daniel Weiss, chiamato due anni fa proprio per risanare lo spaventoso deficit del Met. Questo in teoria dovrebbe essere il tempo sufficiente per rimettere a posto i conti.

Negli ultimi mesi il Met ha inoltre decurtato il bilancio di 31milioni, con conseguente blocco delle assunzioni, riduzione dello staff e rallentamento delle mostre. 


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio