555400000.jpg

Lunedì, 15 Maggio 2017 16:34

Aeroporto di Torino, ultime due settimane per visitare l'installazione di Thomas Bayrle

Scritto da 

Flying Home è il titolo del progetto concepitao dall'artista tedesco su invito di Artissima e Torino Airport | Sagat. Bayrle ha creato per lo scalo torinese un’opera di arte pubblica in grado di accogliere i viaggiatori in arrivo

TORINO - Ultime due settimane per visitare Flying Home, il progetto espositivo di Thomas Bayrle, a cura di Sara Cosulich, realizzato da Artissima per l’edizione 2016, e da Torino Airport.
 Il grande artista tedesco, considerato il pioniere del movimento Pop tedesco, ha creato per lo scalo torinese un’opera di arte pubblica in grado di accogliere i viaggiatori in arrivo, trasformando un luogo inaspettato in uno spazio espositivo.

Flying Home è un percorso per immagini, una sequenza di fotografie riprodotte su lightboxes di grandi dimensioni che rivela il lato umano nascosto dietro la produzione delle opere di Thomas Bayrle. La sequenza svela infatti i meccanismi di costruzione della sua mastodontica opera Flugzeug del 1984 – un aereo composto da milioni di piccoli aerei ripetuti – mostrando le mani dell’artista e dei suoi assistenti intente a manipolare e distorcere immagini stampate su latex affinché, accostate una all’altra, creino la figura riconoscibile di un gigantesco aereo.

Artissima e Torino Airport | Sagat, in occasione della settimana dedicata al libro e con l’intento di celebrare gli ultimi giorni di apertura di Flying Home, proporranno il catalogo del progetto ad un prezzo speciale presso Babel, lo spazio della Libreria Internazionale Luxemburg al Salone Internazionale del Libro.

Per i non-viaggiatori è ancora possibile visitare l’opera su prenotazione nei fine settimana 20-21 maggio e 27-28 maggio. Per informazioni: www.aeroportoditorino.it.
 

Ultima modifica il Lunedì, 15 Maggio 2017 16:41

Flash News

Mostre*