WEB-160x142.gif

Mercoledì, 24 Maggio 2017 14:24

Spoleto. Laurence Gartel al MAG MetaMorfosi Art Gallery: “Essere qui è magico”. Foto

Scritto da 

L’artista: “Voglio andare in giro a fare foto di Spoleto e sviluppare i miei progetti proprio da lì, a cominciare da questo meraviglioso Duomo”

Laurence Gartel in Piazza Duomo a Spoleto Laurence Gartel in Piazza Duomo a Spoleto

PERUGIA - Ha raccontato diversi annedotti Larry Gartel il 23 maggio a Spoleto, nella sede del MAG MetaMorfosi Art Gallery di Palazzo Bufalini, in occasione della presentazione del catalogo della mostra organizzata da MetaMorfosi, “Warhol vs Gartel. Hyp Pop”, prorogata fino al prossimo 4 giugno. 

Erano gli anni ’80, Gartel era giovanissimo ma già protagonista di quell’atmosfera magica e creativa che regnava nella New York di quell’epoca. Andava a scuola con Keith Haring, passeggiava nel parco con Basquiat. E si confrontava tutti i giorni con Andy Warhol. “Erano anni veramente difficili – ha raccontato l’artista, pioniere della Pop Art nella sua declinazione digitale, mostrando le foto del “laboratorio” artistico in cui lavorava insieme a Warhol – Quando gli ho insegnato ad usare il computer aveva 57 anni ed era alla fine della sua vita. Mi piacerebbe che tornassero quegli anni ’80: tempi in cui personaggi interessantissimi sedevano uno accanto all’altro e si scambiavano idee”. 

Gartel ha poi spiegato al pubblico presente di appassionati, tra cui tanti studenti, il suo “senso” per l’arte digitale, presentata come il futuro dell’arte. “Ho disegnato la mia prima scultura digitale nel 2008, mi era stata commissionata da un collezionista, prevedo che nel futuro ne faremo molte altre. Nel 2010 ho creato la mia prima macchina artistica: fino ad ora ne ho create 53. L'ultima, nel mese scorso, era una Giulia”.

“La sfida – ha prontamente ribattuto Camilla Laureti, assessore alla cultura del Comune di Spoleto intervenuta all’incontro insieme al presidente di MetaMorfosi, Pietro Folena e al direttore di Palazzo Collicola Arti Visive Gianluca Marziani – è riuscire a portare una delle sue bellissime macchine qui a Spoleto. Magari in piazza Duomo”. 

Un’impresa non impossibile visto che Gartel è rimasto davvero affascinato dalla città umbra.Essere qui è magico. Voglio fare un lungo giro per le strade della città – ha detto – e fotografarla. Anche essere qui è parte della mia storia e della mia biografia. Voglio andare in giro a fare foto di Spoleto e sviluppare i miei progetti proprio da lì, a cominciare da questo meraviglioso Duomo”.

Vademecum 

WARHOL vs GARTEL. HYP POP
Palazzo Bufalini, Piazza Duomo, Spoleto
Dal 22 dicembre 2016 al 4 giugno 2017
Orari: 10.00 – 13.00 / 14.30 – 19.00
Chiusura il lunedì
Ingresso: 5 euro

Ultima modifica il Mercoledì, 24 Maggio 2017 14:58


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio