Stampa questa pagina
Mercoledì, 07 Giugno 2017 16:13

Roma, al Palatino debutta "Divo Nerone". Video

Scritto da 

Accompagnato da giorni di polemiche arriva il musical che resterà in scena fino al 10 settembre. Un cast internazionale, uno scenario unico al mondo, chissà che si farà apprezzare come le produzioni d'Oltreoceano e d'Oltremanica

ROMA - Dopo le polemiche che lo hanno accompagnato e i due anni di preparazione, debutta il 7 giugno sul Colle Palatino il musical-kolossal "Divo Nerone - Opera rock"

Con l’idea di eguagliare i fasti di musical del passato di Broadway e del West End londinese, questo spettacolo ha sicuramente quella marcia in più che è rappresentata da uno scenario unico al mondo, oltre ovviamente al cast internazionale. 

Si tratta dunque di uno spettacolo nello spettacolo. Inoltre in accordo con la soprintendenza speciale per il Colosseo e l’Area archeologica centrale di Roma, a tutti gli acquirenti dei  biglietti  sarà riservato un percorso di accesso alla Domus Arena che permetterà l’affaccio sulla visione notturna dei Fori dall’alto della terrazza.

Il musical resterà in scena fino al 10 settembre, nonostante le polemiche delle associazioni ambientaliste e di diversi archeologi preoccupati per la tutela del patrimonio di un'area unica al mondo. Il palco realizzato piuttosto esagerato, effettivamente non passa inosservato, viste le considerevoli dimensioni, tuttavia per la stagione invernale il "Divo Nerone" dovrebbe traslocare in un teatro vero e proprio, potrebbe essere il Brancaccio così come l'Auditorium, ma ad oggi non ci sono notizie certe.

Sono oltre 130 le persone che hanno lavorato alla realizzazione dello show. Alla guida del team nomi internazionali da Franco Migliacci, che ha scritto testi e musica dell'intera opera, con la collaborazione ad un paio di brani del premio Oscar Luis Bacalov, al regista e coreografo dei più acclamati musical italiani, Gino Landi.  Hanno collaborato il tre volte Premio Oscar Dante Ferretti, scenografo di grandi produzioni hollywoodiane, Francesca Lo Schiavo, anche lei tre volte Premio Oscar per arredo e decoro e la costumista Gabriella Pescucci, anche lei Premio Oscar.

Il prezzo dei biglietti varia dai 45 euro più diritti di prevendita delle gradinate più lontane ai 180 euro più prevendita della platea dei “senatori”. Non resta quindi che attendere il debutto per vedere se l'opera si farà apprezzare come le produzioni d'Oltreoceano e d'Oltremanica.

 

www.divonerone.com

Ultima modifica il Mercoledì, 07 Giugno 2017 16:28
Redazione

Ultimi da Redazione

Articoli correlati (da tag)