160x142 2.jpg

Martedì, 04 Luglio 2017 14:10

Planetario di Roma, dal 4 luglio all’Ex Dogana di San Lorenzo. Foto

Scritto da 

Una nuova iniziativa di Roma Capitale per promuovere la cultura scientifica grazie a un programma di spettacoli astronomici, conferenze, eventi e osservazioni del cielo guidate dagli astronomi di Zètema

ROMA - In attesa della riapertura del Planetario dell’Eur, a partire dal 4 luglio approda all’Ex Dogana di San Lorenzo (icomplesso di archeologia industriale, un tempo Scalo Merci della Stazione Termini e oggi polo culturale della città),  Roma Planetario, il grande planetario digitale che raccoglierà il testimone della divulgazione astronomica. Si tratta di un progetto promosso dall’Assessorato alla Crescita culturale, con la direzione scientifica della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e i servizi tecnico scientifici di Zètema Progetto Cultura.

La nuova struttura, realizzata da MondoMostre Skira vincitore dell’avviso pubblico promosso per il riavvio del progetto stesso, sarà finalizzata alla divulgazione scientifica e alla conoscenza dell'universo grazie ad un programma di spettacoli astronomici, conferenze, eventi e osservazioni del cielo guidate dagli astronomi di Zètema. 

La programmazione ha inizio il 4 luglio con spettacoli in fascia pomeridiana e alcuni appuntamenti serali. Dopo l’estate tornerà a rivolgersi anche alle scuole con un valore didattico notevolmente rinnovato.

Il teatro astronomico, con una cupola di circa 12 metri di diametro, offre un supporto tecnologico di primo piano, con 5 proiettori 4K Barco e un sistema surround, dispone di un centinaio di posti e consentirà al pubblico di vivere un’esperienza totalmente immersiva grazie alle tecnologie più avanzate. In particolare, il software di navigazione spaziale consentirà agli spettatori non soltanto di ammirare una perfetta proiezione del cielo stellato, ma diattraversarlo per viaggiare tra le stelle, immergersi fra le orbite dei pianeti e volteggiare in tempo reale tra le galassie, fino ai margini dell’universo. Non solo: il nuovo sistema è tanto versatile da poter animare sulla cupola esplorazioni di molecole complesse e del micromondo, così come ipnotici percorsi fra le creazioni della video arte.

Roma Planetario si inserisce dunque in un contesto nuovo, che riunisce attività culturali diverse, dalla musica all’arte, al cinema, con una forte vocazione alla condivisione e alla multimedialità.  

Ultima modifica il Martedì, 04 Luglio 2017 14:24


300x250 2.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio