BANNER_WEB_160X142.jpg

Martedì, 10 Ottobre 2017 13:42

Gauguin, il pittore alchimista al Grand Palais di Parigi

Scritto da 

Una grande mostra, frutto della collaborazione tra l'Art Institute di Chicago e il Museo d'Orsay, riunisce oltre 200 opere presentando la produzione e le sperimentazioni dell'artista in tutta la loro varietà

Paul Gauguin, Mahana no atua (Il giorno di Dio) Paul Gauguin, Mahana no atua (Il giorno di Dio)

PARIGI - Si intitola "Gauguin l'alchimiste" (Gauguin l'alchimista) la grande esposizione allestita al Grand Palais di Parigi, dall’11 ottobre 2017 al 22 gennaio 2018. Gauguin artista, intellettuale, libero pensatore ma anche alchimista in quella sua insaziabile smania di sperimentazione, di assemblaggio di materiali e tecniche differenti, alla ricerca di una nuova espressività e di un’altra arte, è qui indagato in tutte le sue sfaccetatture.

La monografica parigina, attraverso più di 200 opere, offre infatti una visione completa, esaustiva e approfondita del percorso creativo, ma anche esistenziale del grande artista, che appunto nell’arte ha cercato una ragione non solo estetica. 

Oltre alle circa 55 pitture sono presenti  30 ceramiche, 30 sculture e oggetti in legno, 15 incisioni su legno, 60 stampe e 35 disegni, a testimonianza di questa instancabile capacità di assorbire e sperimentare nuovi linguaggi espressivi.

La rassegna è articolata in sezioni, si parte dagli esordi, introdotti da ”La fabrique des images" (La fabbrica delle immagini),  per passare a "Mythes et réinventions" (Miti e reinvenzioni), che mette in luce l'ampliarsi della dimensione mistica nella sua opera nel periodo di Tahiti, fino all’ultima sezione "En son décor" (Nel suo ambiente), incentrata sull'ossessione dell'ultimo Gauguin per le ricerche decorative.

Il percorso, che  propone anche una sala dedicata al manoscritto di Noa Noa, presentato al pubblico molto di rado, si chiude con la rappresentazione digitale in forma di ologramma della Maison du Jouir, l'ultima casa-atelier di Gauguin, la realizzazione di un sogno,  presentata per la prima volta con le sculture che ne ornavano l'ingresso. 

La mostra è frutto della collaborazione tra l'Art Institute di Chicago, che possiede un significativo corpus di opere pittoriche e grafiche di Gauguin, e il Museo d'Orsay, la cui collezione di pitture, ceramiche e sculture in legno è una delle più importanti al mondo. 

Ultima modifica il Martedì, 10 Ottobre 2017 16:20

Banner  250x300.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio