WEB-160x142.gif

Lunedì, 16 Ottobre 2017 13:17

"L’Anno di Magritte", le iniziative per celebrare il grande artista

Scritto da 

Cinquanta anni fa, il 15 agosto 1967, il maggior esponente del surrealismo belga, moriva nella sua casa di Bruxelles. L’omaggio al grande artista prende il via in una piccola località di villeggiatura del Mare del Nord, Knokke-Heist, luogo in cui il surrealismo di Magritte divenne noto al mondo

MAGRITTE and BROODTHAERS picture by Maria Gilissen Broodthaers MAGRITTE and BROODTHAERS picture by Maria Gilissen Broodthaers

BRUXELLES - In occasione dei cinquant’anni dalla morte di René Magritte  i Musei Reali delle Belle Arti del Belgio, La Fondazione Magritte, le Edizioni WPG Belgio, la cittadina di Knokke-Heist e il monumento simbolo di Bruxelles, l’Atomium, hanno creato un marchio comune, “l’Anno di Magritte”, sotto il quale convogliare una serie di eventi per celebrare il maggior esponente del surrealismo belga. 

L’omaggio al grande artista prevede una serie di iniziative e mostre in alcuni luoghi simbolo della sua esistenza. 

A Knokke-Heist, piccola località di villeggiatura che affaccia sul Mare del Nord, dove l’artista affrescò una parete di 70 metri di lunghezza e 4 di altezza all’interno del Casinò del collezionista Gustave Nellens,dal 20 ottobre 2017 al 14 gennaio 2018, si terrà  la mostra  intitolata “Magritte e il mare”, che racconterà la storia di Magritte artista, ma anche quella di René, dell'uomo e del suo elemento, il mare, così importante nella sua pittura.

A Bruxelles e più precisamente all’Atomium, dallo scorso 21 settembre 2017 e fino al 10 settembre 2018, è stato allestito il percorso dal titolo L’Atomium incontra il Surrealismo.  Zigzagando in 3D tra bombette, nuvole ed uccelli fluttuanti, il visitatore, protagonista nello spettacolo, avrà accesso completo - visivo, tattile e uditivo - all’universo concettuale del pittore. Selezionate per l’occasione, le opere che incarnano alla perfezione l’iconografia di Magritte: Gli amanti (1928), Doppio segreto (1927) e Il figlio dell’uomo (1964). 

Il 13 ottobre  i Musei Reali delle Belle Arti del Belgio in collaborazione con il Musée Magritte Museum hanno presentato due mostre. La prima si intitola Magritte, Broodthaers & Contemporary Art: partendo dal debito concettuale e di stile che Marcel Broodthaers aveva nei confronti di Magritte, la mostra riunisce alcuni artisti che si sono lasciati ispirare da "La période vache". Una fase questa che lascia presto spazio a un nuovo orizzonte artistico: è il celebre periodo “vache” che si apre a Parigi nel 1948 con l’esposizione dell’omonima serie. Da George Condo a Gavin Turk, da Sean Landers a David Altmedj, sono molti gli artisti che si lasciano ispirare a partire dal 1980 questa fase del surrealista. 

La seconda invece, Marcel Lecomte. The Secret Chambers of Surrealism, si sofferma e affronta il rapporto di stima e amicizia che Magritte intrecciò con il poeta surrealista Marcel Lecomte, attraverso lettere, materiali d’archivio per la prima volta esposti. Le due mostre resteranno aperte al pubblico fino al  18 febbraio 2018.  Durante questo lasso di tempo il Musée Magritte Museum rimarrà aperto 7 giorni su 7: uno dei pochi musei di Bruxelles aperto anche il lunedì (10 alle 17h). 

Parte integrante dell’esperienza magrittiana a Bruxelles è anche l’affresco per il soffitto a cupola del Théâtre Royal des Galeries, nelle Galeries Royales Saint-Hubert. Realizzato nel 1951 nel corso dei lavori di ricostruzione dell’edificio, l’affresco raffigura un cielo di un azzurro irrealistico punteggiato da gonfie nuvole bianche. Il progetto iniziale, così come riportato nei disegni preparatori, prevedeva un cielo costellato di fluttuanti campane. I disegni preparatori saranno visibili al Musée Magritte Museum durante l’anno di celebrazioni.

Ma non è tutto. Il Museo di Magritte, infatti, in collaborazione con la Brasserie de la Senne, ha ideato una birra 100% surrealista, in cui le caratteristiche del colore, della luminosità, della schiuma e del “naso” sono state create per far emergere lo spirito della pittura di Magritte. Prodotta in edizione limitata (33 cl), la “birra Magritte” è disponibile esclusivamente presso il Museum Café e i negozi dei Musei Reali delle Belle arti del Belgio a partire da settembre 2017

Ultima modifica il Lunedì, 16 Ottobre 2017 13:34


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio