160x142_canaletto_2.jpg

Giovedì, 04 Gennaio 2018 16:55

Furto Palazzo Ducale, al lavoro gli esperti che recuperano le opere trafugate al Museo di Castelvecchio

Scritto da 

Polizia scientifica e Servizio Centrale Operativo coadiuveranno gli investigatori della locale Squadra Mobile nelle delicate indagini. Il team della Capitale ha già dato prova di grande capacità nella risoluzione del clamoroso caso del furto del novembre del 2015 

VENEZIA - Dopo il furto avvenuto il 3 gennaio alla mostra "Tesori dei Moghul e dei Maharaja”, è ora all’opera, per la risoluzione del caso, un team di specialisti che hanno collaborato al recupero delle opere trafugate al Museo di Castelvecchio a Verona, nel novembre 2015. 

Si tratta dei maggiori esperti del Servizio Centrale Operativo e della Polizia Scientifica, giunti appositamente da Roma, per coadiuvare le operazioni della locale Squadra Mobile.  Le indagini sul furto dei gioielli di ieri mattina, ha spiegato il Questore di Venezia, Vito Danilo Gagliardi, seguono quattro direttrici, già ben individuate, che richiederanno un lavoro certosino di raccolta e analisi delle prove e delle immagini finora acquisite. 

Sicuramente gli autori del furto si sono dimostrati molto abili e preparati, secondo i dati raccolti, infatti, sarebbero stati in grado di differire, di circa un minuto, il segnale di allarme dalla teca forzata alla centrale operativa del servizio di sicurezza della mostra. 

Ora resta da capire se i malviventi erano interessati specificatamente agli oggetti sottratti, ovvero un paio di orecchini, un bracciale e una spilla, oppure se l’interesse fosse rivolto alla teca che, nella specifica circostanza, si era mostrata più vulnerabile ed accessibile.

Gli oggetti sottratti erano assieme ad altri di inestimabile valore, per cui è plausibile supporre che l'attenzione dei ladri non sia stata attirata dal solo valore economico dei gioielli. Inoltre, per la loro riconoscibilità i gioielli trafugati non sono certo di facile smercio. Dovrebbero essere smontati per recuperare le pietre preziose, anche se è evidente che gran parte del loro pregio non si limita alla somma del valore delle gemme che li compongono. 

Ultima modifica il Giovedì, 04 Gennaio 2018 17:20



250x300.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio