160x142_canaletto_2.jpg

Lunedì, 09 Aprile 2018 12:30

Torna a Roma "Outdoor", il più grande festival in Italia dedicato alla cultura metropolitana

Scritto da 

Nell’anno europeo dedicato al patrimonio culturale, il tema centrale della manifestazione, che si svolgerà dal 14 aprile al 12 maggio 2018 al Mattatoio di Testaccio, è “Heritage”

Wasted Rita per Outdoor 2018 photo Alberto Blasetti Wasted Rita per Outdoor 2018 photo Alberto Blasetti

ROMA - Il più grande festival di cultura metropolitana torna a Roma al Mattatoio di Testaccio con il titolo “Heritage”. In questa ottava edizione della manifestazione al centro dell’indagine ci sarà la cultura popolare di oggi, tra influenze internazionali, mass media e social network.

Outdoor festival nasce nel 2010 con l’intento di contribuire al cambiamento del tessuto sociale della città attraverso azioni di carattere culturale in grado di segnare profondamente le abitudini di chi vive e abita a Roma. Nel 2014 Outdoor  ha aperto anche alcuni spazi in disuso come l’Ex Dogana Ferroviaria, mentre nel 2015 l’Ex Caserma Guido Reni, offrendo così alla città nuovi luoghi di aggregazione. Oggi, attraverso un network internazionale di artisti e produttori, offre un palcoscenico internazionale in aperto dialogo con il mondo.

L’offerta che viene proposta da Outdoor è eterogenea e spazia tra  Arte, Musica, Televisione, vengono inoltre dedicate due aree alle conferenze e al mercato dei makers contemporanei.

Il padiglione arte, a cura di Antonella Di Lullo e Christian Omodeo, si sviluppa in un percorso coinvolgente, interattivo e ludico: il collettivo di architetti Orizzontale ha realizzato un Grande Labirinto che pone lo spettatore al centro della mostra, con la possibilità di scegliere la propria esperienza tra 4 percorsi che rappresentano diverse modalità di rapportarsi al patrimonio. Il primo percorso, Disobedience, riunisce artisti di diverse generazioni che, dal 1968 fino ad oggi, introducono degli elementi di discontinuità nel racconto storico. I richiami del passato sono alla base della seconda sezione Total Recall, che mette in scena una riappropriazione nostalgica e ironica del patrimonio. Con il terzo percorso Speedlight, si sperimenta un nuovo sistema rispetto a questo continuo rivolgersi al passato: un movimento istantaneo per tornare al futuro. Il quarto percorso, Retromania, indaga quei meccanismi che restituiscono un’aura agli oggetti industriali destinati alle masse, per includerli in un racconto storico normalmente riservato alle produzioni uniche ed irripetibili rivolte alle élites.

In partnership con Google Arts and Culture - già partner di Outdoor Project, il tour che esplora tramite la realtà virtuale le opere delle passate edizioni del festival - viene presentato Stories, in esclusiva per il pubblico di Outdoor, un progetto di digitalizzazione del patrimonio immateriale ed orale di Roma, sviluppato dallo studio TheFake Factory specializzato in progetti di videoarte. Un’indagine sull’identità culturale e collettiva di alcuni quartieri periferici della città per restituirli al pubblico contemporaneo e futuro. Video a 360° guidano lo spettatore in un percorso emotivo nei luoghi della città, arricchito dal contributo di diversi artisti che ne narrano la storia e la quotidianità, come Amir Issa, rapper e writer romano. Il tutto arricchito dal racconto fotografico a cura di Rub Kandy, Niccolò Beretta, Guido Gazzilli e a.DNA collective.

Previsto anche un ricco palinsesto di conferenze e incontri. Il 20 aprile, ad esempio è in programma un incontro organizzato in collaborazione con Ladies, Wines & Design, realtà internazionale che pone al centro il ruolo delle donne nel settore creativo e culturale. Mentre il 27 aprile è prevista la conferenza “Talento digitale”, un incontro con esperti del settore digital e new media realizzata da Digital Yuppies, network di talenti e professionisti dell'industria digitale e creativa, con il supporto di IED – Istituto Europeo di Design.

La musica è la nuova protagonista della programmazione del festival che ospita quest’anno una line-up ispirata alle tendenze e sonorità che hanno segnato le ultime generazioni: dalla techno alla house, dalla disco all’hip hop e alla trap. 

La sezione dedicata alla televisione, realizzata in collaborazione con Rai, affronta il patrimonio televisivo italiano attraverso proiezioni e talk suddivisi in 4 appuntamenti domenicali.

Infine, all’interno degli spazi del Festival, in partnership con Wave Market, viene ricreato un mercato, un angolo di città, che si propone di promuovere la cultura dell’artigianato. 

Vademecum

BIGLIETTI
MOSTRA
Venerdì dalle 12.00 alle 00.00* | Sabato dalle 12.00 alle 00.00** | Domenica dalle 12.00 alle 21.00*
*include ingresso alle conferenze e al mercato
**esclude l'ingresso MUSICA
Intero: 10€ | Ridotto: 8€ | Under 10: Gratis

CONCERTI
Sabato dalle 21.30 alle 04.00
Intero: 15€ | Ridotto: 10€ |Under 10: Gratis
Ingresso: Lungo Tevere Testaccio

MERCATO
Venerdì: 18.00 - 22.00 | Sabato: 12.00 - 22.00 |Domenica: 12.00 - 20.00
Ingresso con il biglietto MOSTRA

www.out-door.it  www.facebook.com/OUTDOORfestival/ |www.instagram.com/outdoorfestivalroma/

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. |06 7061 4597

Ultima modifica il Lunedì, 09 Aprile 2018 13:59


300x300_canaletto_2.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio