IMG_4882.JPG

Venerdì, 13 Aprile 2018 16:09

Street Art. A Roma Berlusconi, Salvini e Di Maio diventano “I bari” di Caravaggio

Scritto da 

L’opera, comparsa a due passi dal Quirinale, ritrae i tre leader politici nello stile della celebre opera di Carvaggio, con tanto di cornice, firma (Sirante) e didascalia con titolo e descrizione 

ROMA - Dopo Di Maio che bacia Salvini e la Meloni con in braccio un bimbo africano, entrambi a firma Tvboy, oggi a Roma è comparso un nuovo murale che raffigura invece i leader di Lega, Movimento 5 Stelle e Forza Italia mentre giocano a carte in abiti d'epoca. 

L’opera cita in maniera precisa il quadro del Carvaggio intitolato “I bari”, un dipinto a olio conservato oggi nel Kimbell Art Museum di Fort Worth. Il dipinto del maestro lombardo rappresenta appunto una truffa: un giovane ingenuo gioca a carte con un suo coetaneo il quale, d’accordo con un suo compare più anziano, trucca il gioco delle carte. I personaggi sono in piedi attorno ad un tavolo ricoperto da una tovaglia damascata. 

Il murale apparso a pochi metri dal Quirinale, raffigura esattamente la stessa scena, solo che il giovane ingenuo viene sostituito da Berlusconi, l’altro giocatore da Di Maio e il più anziano da Salvini. 

L’immagine, con tanto di cornice dorata in polistirolo, è a firma Sirante e riporta la data, la tecnica utilizzata, "stampa grafica su carta" e la didascalia: "Questa scena, così teatrale, descrittiva e realistica contiene un monito morale, una condanna del malcostume, in particolare delle strategie dei politici".

Ovviamente, come nel precedente caso di Tvboy, l’opera è stata già prontamente rimossa. 

 

Ultima modifica il Venerdì, 13 Aprile 2018 16:34



IMG_4884.JPG

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio