160x142-banksySarzana.gif

Giovedì, 26 Aprile 2018 09:17

Firenze. Street art, il murale dell'australiano Stormie Mills “targato” Florence Biennale

Scritto da 

Da venerdì 27 fino a domenica 29 aprile l’artista realizzerà l’opera su una parete esterna della sede della Società Canottieri. L'inaugurazione del murale dal titolo "Lost giant" è prevista per lunedì 30 aprile, alle 11.30

Bozzetto Stormie Bozzetto Stormie

FIRENZE -  La street art è sempre più protagonista a Firenze. Questa volta sarà l’artista australiano Stormie Mills a realizzare un murale dal titolo Lost giant, un gigante perduto, ispirato a un momento personale della vita dell’artista che a 16 anni si è ritrovato perso, vagando in posti che non aveva mai visto prima. 

L’evento, “targato” Florence Biennale – Mostra internazionale di arte contemporanea, è in stretta connessione con l’82a Mostra internazionale dell’Artigianato di Firenze che si svolge alla Fortezza da Basso fino a martedì 1° maggio 2018 e rientra nel progetto “Florence Street Art – Art Can Change the World”.

La carriera di Stormie Mills inizia nelle città australiane dove sin dal 1984 dà voce alle anime perdute dei sobborghi con una collezione di personaggi ispirati e profondamente connessi alla strada. Il suo viaggio creativo esordisce negli angoli dimenticati delle nostre città, gli edifici e le strade abbandonate diventano il suo supporto da dipingere. Con lo sviluppo della sua arte, i personaggi iconici di Stormie si sono fatti strada nelle gallerie e nelle case dei collezionisti dell'Australia e del mondo. La tavolozza di colori di Stormie è nettamente monocromatica. Il nero rappresenta lo sporco, il bianco simboleggia le cancellature, il grigio è tratto dal paesaggio urbano e l’argento è connesso alla dimensione dei sogni. Le opere attingono a un profondo senso di isolamento eppure ogni personaggio sembra portare un messaggio di speranza. Questi elementi opposti nella pratica di Stormie infondono ai suoi personaggi una presenza palpabile e di umanità. E quando l'arte cattura la tenerezza della condizione umana, le persone si connettono con essa.

L'inaugurazione del murale Lost giant è prevista per lunedì 30 aprile, alle 11.30, alla presenza, oltre che dell'autore Stormie Mills, anche dell'assessore allo sport del Comune di Firenze, Andrea Vannucci, presso la Società Canottieri Firenze, via Villamagna 41.

Le opere di vari street artist  italiani e internazionali si possono ammirare all’interno del Padiglione Rastriglia della Fortezza da Basso di Firenze. Oltre alle realizzazioni dello stesso Stormie Mills, ci sono le opere del pittore e designer Diego Gabriele, di Poggibonsi (SI); dei romeni Vlad Mititeu (graffiti artist) e Ache 77 (specializzato in stencil); l’illustratore, pittore, storyteller e artista urbano Exit Enter, attivo sulla scena fiorentina e noto soprattutto per le sue figure che giocano e rincorrono un palloncino rosso sui muri della città.

Ha ottenuto molto successo, sabato scorso durante l’inaugurazione della mostra, la presenza alla manifestazione dello street artist fiorentino Zed1 - conosciuto per le sue realizzazioni provocatorie e umoristiche  – che, oltre a esporre alcune sue opere, all’interno del Rastriglia ha realizzato quattro pitture murali su altrettante facciate di un parallelepipedo di 10 mq ciascuna, con il cosiddetto metodo second skin: in pratica il pubblico è stato chiamato a “svelare”, minuto dopo minuto, togliendo via la carta (anch’essa dipinta) che temporaneamente celava la visione all’opera vera e propria. Quando anche l’ultimo brandello di carta è stato rimosso, finalmente si sono potute ammirare per intero le pitture sul grande solido.

Completano la squadra di artisti presenti al Padiglione Rastriglia della Fortezza da Basso un altro australiano, Tim Guider, che all’XI edizione di “Florence Biennale” dello scorso ottobre, si è aggiudicato il primo premio nella categoria “Istallazioni” grazie a due rombi luminosi che campeggiavano all’ingresso del Padiglione Spadolini, e la scultrice e pittrice brasiliana Melinda Garcia, anch’essa premiata durante la scorsa edizione di “Florence Biennale”.

Foto Inaugurazione “Florence Street Art – Art Can Change the World”

 

Ultima modifica il Giovedì, 26 Aprile 2018 10:32


300x250-banksySarzana.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio