WEB-160x142.gif

Mercoledì, 09 Maggio 2018 11:37

Asta da Christie's New York. Sette nuovi primati nella vendita dell’8 maggio dedicata alla collezione Rockefeller

Scritto da 

Il top lot della serata è stato con 115 milioni di dollari un Pablo Picasso del periodo rosa, "Fillette à la corbeille fleurie", olio su tela dipinto nel 1905

Pablo Picasso, "Fillette à la corbeille fleurie", olio su tela - 1905 Pablo Picasso, "Fillette à la corbeille fleurie", olio su tela - 1905

NEW YORK - “L’asta del secolo" così era stata ribattezzata quella che, nella serata dell’8 maggio, ha visto protagonista da Christie's a New York la celebre collezione appartenuta al banchiere americano David Rockefeller e a sua moglie Peggy.

Un’asta che di fatto ha conquistato cifre da capogiro, vendendo tutti i 44 lotti in catalogo per un totale di oltre 646 milioni di dollari, l’equilvalente di 541,3 milioni di euro.

In particolare "Fillette à la corbeille fleurie", olio su tela dipinto nel 1905 da Picasso, è stato il top lot. L’opera, acquistata dai Rockefeller dalla scrittrice Gertrude Stein e che Ernest Hemingway descrisse nel romanzo "Festa mobile", è stata battuta a 115 milioni di dollari. Il quadro diventa la seconda opera di Picasso più cara in assoluto venduta in asta, subito dopo "Les femmes d'Alger (Version 'O')", aggiudicata da Christie's nel 2015 per oltre 179 milioni di dollari.
”Nymphéas en fleur”, opera della serie delle ninfee di Claude Monet, realizzate tra il 1914 e il 1917 nel suo giardino a Giverny, è stata venduta alla cifra record di 84 milioni di dollari, raddoppiando la stima iniziale.

Record anche per "Odalisque couchée aux magnolias”, dipinto del 1923 di Henri Matisse, battuto a oltre 80 milioni di dollari. Ed è record anche per Giorgio Morandi. La sua "Natura morta" del 1940, un olio su tela su masonite, uno dei due lavori ovali che si conoscano del maestro di Grizzana, è stato aggiudicato per 4,3 milioni di dollari, il doppio della stima.
E poi ancora Eugène Delacroix con "Tigre jouant avec une tortue" venduto per 9,8 milioni di dollari; Armand Seguin con "Les délices de la vie" battuto per 7,7 milioni; Jean-Baptiste-Camille Corot con "Venise, vue du Quai des Esclavons" aggiudicato per 9 milioni e infine i ”Fleurs" di Odilon Redon venduti a 4 milioni di dollari.

Ultima modifica il Mercoledì, 09 Maggio 2018 12:06


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio