IMG_4882.JPG

Martedì, 12 Giugno 2018 16:58

Furto di un Rubens e un Renoir, i carabinieri arrestano cinque persone

Scritto da 

Il ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli: "I carabinieri dell'arte confermano oggi la straordinaria professionalità che li ha resi un'eccellenza del Paese al servizio della comunità internazionale”

Auguste Renoir “Le fanciulle sul prato” Auguste Renoir “Le fanciulle sul prato”

MONZA - Cinque persone, quattro italiani e un croato, sono state arrestate dai Carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturale di Monza, guidato dal maggio re Francesco Provenza, per il furto di due dipinti, “La Sacra famiglia” e “Le fanciulle sul prato”, rispettivamente di Rubens e di Renoir, avvenuto il 20 aprile 2017.

Era stato un commerciante d'arte cagliaritano a sporgere la denuncia dopo una trattativa per la compravendita dei due dipinti, terminata di fatto con il furto dei quadri. L’acquirente doveva essere un uomo che si era spacciato per un alto rappresentante della comunità ebraica milanese e diplomatico con passaporto israeliano. 

La truffa si era consumata al piano superiore della sede del Consolato onorario d'Albania a Monza, luogo solo apparentemente casuale, mentre la somma complessiva pattuita per l’acquisto era di 26 milioni di euro. Nel corso della trattativa con la scusa di un caffè, i malfattori si erano quindi allontanati portando via i dipinti. 

Dopo più di un anno di indagini, in base a  un'ordinanza del gip di Monza per furto aggravato, i Carabinieri hanno eseguito cinque arresti. Tre degli arrestati sono ora nel carcere di Monza, mentre altri due sono ai domiciliari. Le indagini per risalire alle opere, coordinate dal pm Salvatore Bellomo, sono ancora in corso.

Nel frattempo ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli, ha espresso il suo plauso per l’operazione, commentando: “I carabinieri dell'arte confermano oggi la straordinaria professionalità che li ha resi un'eccellenza del Paese al servizio della comunità internazionale. L'efficacia nell'azione di contrasto ai reati contro il patrimonio culturale e al traffico illecito di beni culturali, testimoniata dagli ottimi risultati ottenuti nel 2017 con la sensibile diminuzione di furti e l'incremento dell'attività operativa, trovano una perfetta sintesi nell'azione odierna". 

Ultima modifica il Martedì, 12 Giugno 2018 17:16



IMG_4884.JPG

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio