160x142_canaletto_2.jpg

Giovedì, 28 Giugno 2018 13:08

Roma. Torna ad accendersi la storica Girandola, “Maraviglia del Tempo”. Fotogallery

Scritto da 

Il 29 giugno il tradizionale spettacolo di fuochi d'artificio andrà in scena sulla Terrazza del Pincio. Questa dodicesima edizione celebra la “Candela Romana” e promuove una raccolta fondi a favore dei bambini audiolesi dell’Istituto Effetà Paolo VI di Betlemme, a cura del Modavi Onlus

La Girandola 2017 crediti Robbi Huner La Girandola 2017 crediti Robbi Huner

ROMA - La “Maraviglia del Tempo”, la storica Girandola torna a splendere sui cieli di Roma in sincronia sul repertorio musicale classico. Come consuetudine da ormai 12 anni, lo scenografico spettacolo pirotecnico si tiene in occasione della ricorrenza dei Ss. Pietro ePaolo, Patroni  della  Città  di  Roma.

La manifestazione, ideata dal Giuseppe  Passeri,  organizzata e realizzata dal Gruppo Nona Invicta,  sostenuta dal comitato d’onore de La Girandola presieduto da Federico Mollicone, è promossa dal MAIN SPONSOR Fondazione  Cultura e Arte, da Acea e dall’Associazione Metamorfosi ed è patrocinata da  Mibact, Comune di  Roma,  Pontificio  Consiglio  della Cultura. 

L’appuntamento è alle ore 20,30 in piazza del Popolo con l’esibizione della Fanfara del IV reggimento Carabinieri a cavallo, presente in forma pedata. A guidare il pubblico nella veste di presentatore, la voce ufficiale de La Girandola, l’attore Daniele Coscarella. Inoltre, l’attore e regista  Leonardo Petrillo, leggerà brani e aforismi sui fuochi pirotecnici e un estratto dal libro della Girandola. Entrambi membri dell’associazione Carnevale Romano. 

L’impegno charity della Girandola

Anche  quest’anno prosegue l’impegno  charity  della  Girandola con  una raccolta fondi promossa dal MODAVI ONLUS (Movimento delle Associazioni di Volontariato Italiano) a sostegno della Scuola Effetà Paolo VI, per la rieducazione audiofonetica dei bambini audiolesi, voluto da Paolo VI nella  sua visita in Terra Santa del 1964, e gestito dalla Congregazione delle suore Maestre  di  Santa  Dorotea,Figlie  dei  Sacri  Cuori  di  Vicenza. 

Il Prof. Avv. Emmanuele  F. M. Emanuele, Presidente  Onorario  della Fondazione  Cultura  e Arte,  main partner  dell’evento, afferma: “Ormai da anni, prima con la Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo, oggi con la Fondazione Cultura e Arte, siamo lieti di dare il nostro sostegno a questo suggestivo  evento,  particolarmente  amato  dai  romani  e  motivo  di ammirazione da parte dei turisti che in questa stagione affollano la città. Si tratta – come amo sempre ricordare – di un omaggio doveroso a quelle che sono le tradizioni più antiche e affascinanti della Capitale, come tali assolutamente degne di essere tramandate di generazione in generazione e salvaguardate dall’oblio. La Girandola, che ogni anno si arricchisce di rievocazioni storiche, come ad esempio la Candela Romana di Gioachino Ersoch prevista per questa edizione, porta con sé il valore del senso di appartenenza  alla  Città  di  Roma,  arricchendone  in  maniera  importante l’offerta culturale di inizio estate. Degna di nota è anche la finalità solidale dell’evento, a favore dei bambini audiolesi dell’Istituto Effetà Paolo VI di Betlemme, che coniuga la cultura e la tradizione con l’aiuto ai meno fortunati, obiettivo che io, personalmente, da sempre perseguo”.

Per  quanto  riguarda  le  donazioni,  sarà  possibile effettuarle  direttamente online sul sito www.donaora.org Chi preferisse effettuare bonifico, potrà farlo a: Titolare del conto: MO.D.A.V.I. ONLUS IBAN: IT32R0510403209CC0430000227 Oggetto: Scuola Effetà - Betlemme

Cenni storici e la dedica alla Candela Romana

La Girandola fu introdotta per la prima volta nel 1481 per volere di Sisto IV e da allora fu riproposta ogni anno per festeggiare eventi solenni, come la Santa Pasqua, la ricorrenza dei Santi Pietro e Paolo e l’incoronazione del nuovo Papa, fino al 1871. Nel 1870 Virginio Vespignani realizzò proprio al Pincio una delle scenografie pirotecniche più affascinanti ed interessanti dell’epoca. Dopo un oblio di oltre 100 anni, la Girandola è stata recuperata e rievocata per la prima volta nel 2006 dal cav. Giuseppe Passeri. 

Nel 2008 è stata riproposta dal Gruppo Nona Invicta a Castel Sant’Angelo dallo stesso cav. Giuseppe Passeri che, in base ai suoi studi storici-filologici è riuscito a ricostruire l’allestimento originale della struttura pirotecnica. Dal 2009, Federico Mollicone, allora Presidente della Commissione Cultura di Roma Capitale, ha inserito la Girandola nel palinsesto culturale romano, contribuendo all’affermazione culturale della rievocazione storica.

Quest’anno il Gruppo Nona Invicta, proseguendo nel percorso di ricostruzione filologica sui manoscritti conservati negli archivi segreti del Vaticano, nei musei di Norimberga e in biblioteche private, dedica la “Maraviglia del Tempo” alla Candela Romana, l’artificio pirotecnico che fece il suo ingresso nelle scenografie progettate dall’architetto Gioachino Ersoch proprio sulla terrazza del Pincio. Grazie a un rigoroso studio  condotto  sulla  struttura  chimica  e  architettonica, la  Candela Romana è stata ricostruita nella sua forma originaria per poter essere riproposta a migliaia di romani e turisti.

“Questo perché la Girandola – spiega  Passeri - nel corso dei secoli è stata innovazione, cambiamento, creatrice di nuove meraviglie e di nuove frontiere del fuoco. Ed  è questo rinnovamento che il gruppo IX INVICTA vuole inserire nel nuovo contesto della “Rievocazione storica della Girandola”: uno sguardo nel passato, ma anche uno sguardo nel futuro, per fare di questa eccezionale festa di Roma un polo catalizzatore come lo è stato per tutti questi secoli”.

La Regata 

Torna quest’anno alle 16.00 la quarta edizione de La Coppa della Girandola,  la tanto attesa regata di canottaggio istituita nel 2015 dal Reale Circolo Canottieri Tevere Remo con il supporto del Comitato Regionale Lazio della FIC e la partecipazione dei Circoli Storici romani. Alla competizione parteciperanno - per assicurarsi l’ormai prestigiosa Coppa Challenge de la Girandola - oltre alla Tevere Remo, fino a due armi per ciascuno, il Circolo Canottieri Aniene, il Circolo Canottieri Lazio, il CircoloCanottieri Roma, Circolo Canottieri Tirrenia Todaro, Canottieri Navalia. Il campo di gara, su una distanza di circa mt. 450, è il tratto compreso fra Ponte Cavour e Ponte Regina Margherita con l’arrivo allo storico galleggiante San Giorgio della Tevere Remo.

Il contest fotografico

Si rinnova nuovamente l’appuntamento con il contest di arti visive realizzato nell’ambito delle iniziative promosse in occasione della Girandola.  I partecipanti sono chiamati ad immortalare, utilizzando  dal  pennello  alla  macchina  fotografica,  l’antica  rievocazione storica. Le  opere  raccolte  saranno  visibili  sulla  pagina  Facebook  ufficiale  della Girandola: le tre che riceveranno i maggiori apprezzamenti dagli utenti, saranno   sottoposte   al   giudizio  tecnico   del   comitato  tecnico-scientifico presieduto da Robbi Huner. L’edizione 2017 è stata vinta da Stefan Meier.

La Mostra

Dal 28 al 30 giugno, presso la galleria D.d’Arte/ Plus Arte Puls di viale Mazzini,1 sarà possibile ammirare una selezione delle opere fotografiche  più  rappresentative  della  Girandola.  Alcuni  di  questi  scatti saranno presenti anche nel Mese della Fotografia dal 1° al 31 marzo 2019 (MFR19). L’ingresso è libero.

La Girandola 2017 crediti Robbi Huner

Ultima modifica il Giovedì, 28 Giugno 2018 13:36



250x300.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio