IMG_4882.JPG

Mercoledì, 04 Luglio 2018 09:00

Jan Fabre reinterpreta il barocco fiammingo nella ex Chiesa di Sant'Agostino di Anversa

Scritto da 

L’artista ispirato da Rubens espone le sue pale d’altare nella chiesa divenuta sede di AMUZ, auditorium della musica che organizza da 25 anni il festival Laus Polyophoniae dedicato alla musica antica 

ANVERSA -  Era il 1628 quando l’Ordine degli Agostiniani commissionava a Pieter Paul Rubens, Jacob Jordaens e Antoon Van Dyck tre pale d’altare per la Chiesa di Sant’Agostino, oggi parte della collezione permanente del Museo Reale di Belle Arti di Anversa (KMSKA), ancora chiuso per restauro.

Oggi, nel 2018, l’ormai ex chiesa di Sant'Agostino - sede di AMUZ, auditorium della musica che organizza da 25 anni il festival Laus Polyophoniae dedicato alla musica antica - ha conferito lo stesso onore a Jan Fabre. All’artista di Anversa è stato infatti affidato l’incarico di tradurre i tre capolavori barocchi dei Maestri del '600 nel linguaggio dell’arte contemporanea, andando a creare delle nuove pale d’altare.

Fabre ha quindi realizzato tre opere The monastic performance, The mystic contract e The ecstatic recording , nelle quali ha riunito gli elementi chiave della sua arte: l’agnello, il fuoco, la figura femminile, la spiritualità e infine i diamanti, omaggio ad Anversa, sua città natale. Il linguaggio è esuberante ed estatico, secondo la tradizione barocca. Le opere sono visibili dal 3 luglio al 10 dicembre 2018. 

Singolare è la scelta dei materiali: corazze verde smeraldo appartenenti a coleotteri della famiglia Buprestidi, già utilizzati da Fabre per decorare il soffitto della Sala degli Specchi del Palazzo Reale di Bruxelles con la scultura permanente Heaven of Delight. L’azione della luce su questo materiale insolito crea un incredibile effetto cromatico, con sfumature e suggestioni diverse a seconda dell’inclinazione e intensità del raggio luminoso.

L'esposizione delle nuove pale d’altare presso la ex chiesa di Sant'Agostino è inclusa nel programma di "Anversa Barocca 2018. Rubens inspires", che prevede performance di arte visiva, danza e musica nelle chiese monumentali della città: San Carlo Borromeo, Sant'Andrea, San Paolo e San Giacomo, oltre alla Cattedrale di Nostra Signora.

L’opera di Jan Fabre può essere approfondita  anche attraverso i bozzetti per le pale d’altare, realizzati con la tecnica del collage,esposti al pubblico presso la Rossaert Art Gallery di Anversa, dal 6 Luglio al 4 Novembre 2018.  

Vademecum

AMUZ | dal 3 luglio al 10 dicembre 2018 
Kammenstraat 81 - 2000 Antwerpen
Info & tickets: +32 (0)3 292 36 80
Orari: dal 3 luglio al 9 agosto il lunedì dalle 14 alle 20; dal martedì al venerdì dalle 14 alle 17.
Dal 3 settembre al 10 dicembre aperto il lunedì dalle 14 alle 20.

Ultima modifica il Mercoledì, 04 Luglio 2018 09:10



IMG_4884.JPG

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio