160x142 2.jpg

Mercoledì, 25 Luglio 2018 09:54

Archeologia. La Sicilia ha un altro teatro antico. E' stato scoperto a Tusa in provincia di Messina

Scritto da 

A riportare alla luce questo tesoro archeologico nell’antica Halaesa, è stata una missione archeologica francese, che da circa due anni ha avviato una campagna di scavi assieme all’università di Oxford, di Messina e di Palermo

Foto aerea: Eugenio Donato (Università di Messina) Foto aerea: Eugenio Donato (Università di Messina)

MESSINA - Un nuovo teatro si aggiunge al patrimonio archeologico della Sicilia che con quest’ultimo ne conta ben 17 (più tre attestati dalle fonti ma non ancora rinvenuti). Un team di archeologi francesi Mission Archéologique Française d'Halaesa - MAFHA, ha infatti riportato alla luce una porzione di un teatro nell’antica cittadina di Halaesa, oggi Tusa, in provincia di Messina, probabilmente risalente attorno al III sec. a.C. periodo della dominazione romana, anche se ulteriori studi e verifiche potranno confermarne la datazione. 

L’annuncio dell’incredibile scoperta è stato dato sulla pagina Facebook della missione, dove i ricercatori, guidati da  Vincent Michel dell’Université de Poitiers e Michela Costanzi dell’Université de Picardie «Jules Verne» di Amiens, hanno scritto: “Siamo molto felici e molto orgogliosi di annunciarvi che la Sicilia conta un teatro antico in più… è qui…ad Halaesa e l’abbiamo finalmente trovato!”.  Grazie anche agli indici topografici e naturali, seguiti da diversi sondaggi (Lidar, tomografia elettrica, telecamere termiche) oggi abbiamo le conferme archeologiche. E’ stata scavata una grande trincea di oltre 50 m di lunghezza su 2 M  con una pala meccanica che ha riportato alla luce  un profilo regolare con gli spalti, un sedile in pietra coperto da una fascia destra e in basso, lo spazio orizzontale dell’orchestra circondata da un pavimento”. 

Sul posto si è recato anche l’Assessore regionale dei Beni culturali Sebastiano Tusa che con soddisfazione ha dichiarato: “La scoperta fatta ad Halaesa è di straordinaria importanza e conferma il ruolo di primo piano della città nell’antichità”.

Gli scavi proseguiranno ancora per circa un anno. 

Ultima modifica il Mercoledì, 25 Luglio 2018 11:05


300x250 2.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio