IMG_4882.JPG

Mercoledì, 05 Dicembre 2018 11:56

Il Getty Museum non ne vuol sapere di restituire all’Italia l’Atleta di Lisippo. In vista un’altra battaglia legale?

Scritto da 

Questo è quanto si apprende da una nota di Lisa Lapin, vicepresidente delle comunicazioni per il Getty Trust, che ha dichiarato: "Continueremo a difendere il nostro diritto legale alla statua”

ROMA - E’ del 4 novembre 2018 la notizia che la Corte di Cassazione italiana ha respinto integralmente il ricorso presentato, dai legali del museo Getty, contro la restituzione della statua in bronzo dell'Atleta vittorioso di Lisippo, contesa da anni tra l'Italia e il museo statunitense, confermando la decisione del gip di Pesaro, Giacomo Gasparini, di confiscare il bronzo, risalente al IV secolo avanti Cristo. Ma il Getty Museum non ne vuole sapere e sembra essere pronto a dar ancora battaglia. Lo si evince dalle parole pronunciate da Lisa Lapin, vicepresidente delle comunicazioni per il Getty Trust, in risposta alla sentenza. In una nota Lapin dichiara:"Continueremo a difendere il nostro diritto legale alla statua. La legge e i fatti in questo caso non garantiscono la restituzione al governo italiano di una statua che è stata esposta pubblicamente a Los Angeles per quasi mezzo secolo". La vicepresidente aggiunge: “Riteniamo che qualsiasi ordine di confisca sia contrario al diritto americano e internazionale". 

Dichiara ancora Lapin: “il destino di uno dei migliori bronzi originali dell'era classica, probabilmente modellato nell'antica Grecia e perso in mare dopo essere stato portato via dai romani, non è ancora chiaro”. 

Per il Getty la statua, creata fuori dall'Italia, venne scoperta in acque internazionali, dunque non è un oggetto italiano e non può essere soggetto al rimpatrio. Al contrario l’Italia afferma che il bronzo è stato ritrovato nelle acque nazionali, da qui la richiesta al dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti di imporre la sentenza della Corte di Cassazione, con la restituzione della statua. 

Insomma potrebbe a questo punto prospettarsi un’ulteriore battaglia legale.

William Pearlstein, socio dello studio legale di New York Pearlstein McCullough & Lederman,  sostiene che il Getty dovrebbe intentare una causa negli Stati Uniti, per reclamare un suo diritto, “non penso che gli italiani siano in grado di sostenere le loro pretese” - ha affermato l'avvocato. 

Nel frattempo su Twitter il ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli scrive: "Le sentenze si rispettano. Ci auguriamo, quindi, che gli amici del GettyMuseum rispettino e diano corso alla sentenza con la quale la Cassazione ha disposto la restituzione all'Italia dell'Atleta di Lisippo, importante testimonianza del patrimonio culturale italiano". 

Ultima modifica il Mercoledì, 05 Dicembre 2018 14:58



IMG_4884.JPG

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio