160x142 2.jpg

Mercoledì, 20 Marzo 2019 14:27

Washington celebra il genio di Tintoretto

Scritto da 

Una grande retrospettiva dedicata al maestro veneziano, per i 500 anni dalla sua nascita,  è stata inaugurata presso National Gallery of Art. In mostra circa 50 dipinti e più di una dozzina di opere su carta

Jacopo Tintoretto "Deposizione dalla croce" 1562 ca. Venezia Gallerie dell’Accademia da Santa Maria dell’Umiltà Jacopo Tintoretto "Deposizione dalla croce" 1562 ca. Venezia Gallerie dell’Accademia da Santa Maria dell’Umiltà

WASHINGTON - Si è tenuta martedì 19 marzo la conferenza stampa di presentazione della mostra  "Tintoretto: Artist of Reinassance Venice" e delle due esposizioni ad essa collegate "Drawing in Tintoretto's Venice" e "Venetian Prints in the time of Tintoretto”. 

La grande retrospettiva, ospitata presso la National Gallery of Art (Nga) di Washington, è stata realizzata in collaborazione con la Fondazione Musei Civici di Venezia e le Gallerie dell'Accademia di Venezia. 

Sono intervenuti all’inaugurazione la neo-direttrice della Nga, Kaywin Feldman, l'Ambasciatore d'Italia Armando Varricchio, il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, i due curatori Robert Echols e Frederick Ilchman, il segretario  organizzativo della Fondazione Musei civici veneziani, rispettivamente Maria Cristina Gribaudi, Gabriella Belli e Mattia Agnetti, la  direttrice delle Gallerie dell'Accademia, Paola Marini, il presidente  e il curatore della Collezione d'Arte dell'Ateneo Veneto, Giampaolo  Scarante e Camillo Tonini, il vicedirettore della Scuola Grande di San Rocco, Demetrio Sonaglioni, Maria Agnese Chiari Moretto Wiel,  professoressa di Storia dell'Arte veneziana alla Wake Forest  University di Venezia, e Leslie Contarini, direttrice del Venice  Program di Save Venice, organizzazione americana che ha contribuito  alla preservazione e al restauro di numerose opere di Tintoretto.

L’esposizione, che presenta circa 50 dipinti e più di una dozzina di opere su carta, aprirà al pubblico il 24 marzo e resterà visitabile fino al 7 luglio 2019.  L'insieme dei lavori esposti, ha spiegato la direttrice Feldman confermano "il dinamismo e l'abilità del Tintoretto".

"Realizzare a Washington questa mostra nell'anno in cui celebriamo i 500 anni dalla nascita di Tintoretto - ha spiegato Brugnaro - è  per noi  molto importante. Nelle sue opere questo straordinario artista  testimonia la forza dei valori occidentali e della libertà che  Venezia, come Washington, ha sempre difeso rimanendo aperta al dialogo e coltivando rapporti con tutto il mondo". 

"Il genio e lo spirito innovativo di Tintoretto ci ricordano - ha invece sottolineato Varricchio - come l'Italia e Venezia, da sempre crocevia di culture, abbiano saputo nel corso dei secoli, coniugare tradizione e innovazione, e guardare al futuro senza dimenticare il passato". Concetto questo ribadito anche dal sindaco Brugnaro, il quale ha ricordato che la Repubblica Serenissima fu uno dei  primi Stati a riconoscere l'indipendenza degli Stati Uniti d'America. Il primo cittadino di Venezia ha quindi affermato: "La storia ci unisce, insieme  faremo grandi percorsi se ci rispetteremo come città e come persone.Tutti quelli che vorranno venire a Venezia nel rispetto della città saranno i benvenuti, vi accoglieremo sempre con il cuore e le braccia  aperte".   

Ultima modifica il Giovedì, 21 Marzo 2019 14:06


300x250 2.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio