160x142 2.jpg

Martedì, 30 Aprile 2019 11:40

Il "Rinascimento di Boboli", al via la campagna di interventi per il Giardino mediceo

Scritto da 

Riassetto del verde, nuove panchine, apertura del giardino esotico della Botanica superiore, progetto di apertura di una gelateria 'medicea', dedicata all'architetto Bernardo Buontalenti, inventore del gelato. Un vasto programma per rendere sempre più fruibile il giardino che cinge Palazzo Pitti 

Giardino di Boboli - Entrata della Grotta del Buontalenti Giardino di Boboli - Entrata della Grotta del Buontalenti

FIRENZE - Sono state presentate dal direttore delle Gallerie degli Uffizi di Firenze, Eike Schmidt, le novità che coinvolgeranno il Giardino di Boboli. Il Giardino venne realizzato dai Medici che crearono il modello di  giardino all'italiana, divenuto col tempo esemplare per molte corti europee. Successivamente  le dinastie Lorena e Savoia ne arricchirono ulteriormente  l'assetto, ampliandone i confini che costeggiano le antiche mura  cittadine fino a Porta Romana. 

Il rilancio del parco, che cinge Palazzo Pitti estendendosi per circa 33 ettari, parte dalla restituzione al pubblico del Giardino della  Botanica Superiore, detto anche degli Ananassi, finora maiaccessibile in via ordinaria ai visitatori. Ora lo sarà dal lunedì al venerdì, dalle  9.00 alle 13.00. Si tratta di un esempio di giardino in stile romantico, che accoglie nel suo ettaro di estensione centinaia di specie diverse di piante acquatiche, tropicali e subtropicali. Il giardino è stato sottoposto ad un intervento di restauro durato diversi anni che ha interessato sia l’aspetto architettonico che botanico. 

In fase di avvio anche il progetto di restauro, finanziato con i fondi della Regione Toscana, del Giardino “segreto” delle Camelie,  anch'esso in procinto di essere aperto in via ordinaria al  pubblico.   Al  momento è ancora in corso di stesura il progetto. I lavori sono infatti previsti nel biennio 2020 -2021.    

Continuano inoltre gli interventi programmati dal progetto "Primavera di  Boboli", che ha visto la partecipazione da parte di Gucci con una donazione di 2 milioni di euro.

Oltre al restauro del Giardinodelle Camelie e quello già annunciato, della Kaffehaus (ilpadiglione risalente al 1776, realizzato su disegno di Zanobi del  Rosso, l'architetto del Granduca Pietro Leopoldo, che a lavori finiti  tornerà ad essere un punto di sosta e ristoro), è prevista anche l’apertura della “Gelateria  Buontalenti”, dal nome del celebre architetto che proprio a Boboli  creò la “Grotta Grande”, e che nel '500 inventò il “dolce ghiacciato”, precursore del gelato. La Gelateria sorgerà nel prato dei Castagni, in un edificio di fine '800. 

"Diamo il via ad una grande campagna di interventi che renderanno lo scrigno naturalistico di Boboli ancora più bello -  ha affermato  il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt - e con la riapertura dello splendido giardino degli Ananassi, con i suoi  tesori esotici, restituiamo a tutti i visitatori un altro frammento  meraviglioso di Firenze che diventa quotidianamente visibile e  disponibile a tutti. Nel complesso, un intervento di rilancio così ampio del Giardino non veniva programmato da oltre 80 anni".      

Intanto il parco mediceo continua ad essere sempre più apprezzato e  visitato da parte del pubblico. Come sottolineato da Schmidt nei primi mesi di quest’anno c’è stato un aumento delle presenze del 20% rispetto allo stesso periodo del 2018. 

"Il Giardino richiede una cura costante ed un lavoro grande, continuo  e spesso silenzioso - ha evidenziato  la coordinatrice del parco Bianca  Maria Landi - Con l'apertura del Giardino della Botanica Superiore  vogliamo dare voce ad un'altra delle identità di Boboli, perché crediamo fortemente nel valore dell'educazione alla bellezza". 

Ultima modifica il Martedì, 30 Aprile 2019 11:47


300x250 2.jpg

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio