WEB-160x142.gif

Sabato, 09 Aprile 2016 16:53

"Il Castello segreto" riapre le stanze di Castel Sant'Angelo

Scritto da 

Il Passetto di Borgo, le prigioni, i depositi alimentari e la straordinaria "stufetta" di Clemente VII: il bagno affrescato da Raffaello, dal 9 aprile riaprono al pubblico con visite guidate

Il Passetto di Borgo che collega i Palazzi Vaticani a Castel Sant'Angelo Il Passetto di Borgo che collega i Palazzi Vaticani a Castel Sant'Angelo

ROMA - Sono le stanze segrete del castello più affascinanti di Roma, dimora e via di fuga dei Papi quando le cose in Vaticano si mettevano male. Il famoso Passetto di Borgo, camminamento segreto che collegava i Palazzi vaticani alla Roma affacciata sul Tevere; le storiche prigioni, i depositi che conservavano le anfore piene di oli e legumi, la sala da bagno del pontefice, non una toilettes qualsiasi ma decorata addirittura da Raffaello Sanzio. Sono i luoghi meno conosciuti del Mausoleo di Adriano, quando dismessa la sua natura di tomba dell'imperatore "filosofo", prese quella di Palazzo romano dei Papi.

Il Castello segreto, progetto ideato dal Polo Museale del Lazio diretto da Edith Gabrielli, rende visibili queste particolari aree del Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo. che, per quanto di rimarchevole valore storico e artistico, di solito risultano chiuse per motivi di sicurezza: la loro conformazione e l’angustia delle dimensioni preclude, di fatto, l’accesso all’alto numero di visitatori che ogni giorno frequenta il monumento. L’apertura al pubblico, quest'anno dal 9 aprile al 20 novembre, è da ritenersi un evento eccezionale: avviene grazie a visite guidate in italiano e in inglese, realizzate da personale specializzato del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Il Castello segreto prevede un itinerario esclusivo e affascinante nel cuore del monumento. La visita ha come tappe il Passetto di Borgo, ovvero il camminamento di 800 metri che connette il Castello ai Palazzi Vaticani; le Prigioni storiche; le Oliare, gli ambienti adibiti un tempo a depositi alimentari; infine, il cortile di Leone X, il locale detto ‘del Forno’ e la minuscola Stufetta di Clemente VII, cioè la sala da bagno del pontefice, celebre fra l’altro per gli affreschi della bottega di Raffaello Sanzio.

Museo: tutti i giorni 9:00-19.30. La biglietteria chiude sempre un’ora prima. Chiuso il 25 dicembre e il 1 gennaio.

Biglietto d'ingresso intero € 10,00, ridotto € 5,00

Visite speciali: tutti i giorni, 4 al giorno, 2 in italiano (11:00, 15:00) e 2 in inglese (12:00, 16:00). Max. 15 persone.

Biglietto  € 5,00 (oltre il biglietto del Museo)

È possibile effettuare il pagamento anche con Bancomat, Visa, MasterCard e Maestro

Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo

Lungotevere Castello, 50

00186 Roma

tel. +39 066819111

Prenotazioni e biglietti 06 32810

http://castelsantangelo.beniculturali.it

Ultima modifica il Sabato, 09 Aprile 2016 17:56


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio