WEB-160x142.gif

Martedì, 21 Maggio 2019 13:11

Super Walls, la prima biennale di Street Art anti-inquinamento. Foto

Scritto da 

Tra Padova e Abano Terme un festival sostenibile che intende mettere l’arte al servizio della riqualificazione del territorio urbano e suburbano, grazie all’utilizzo di colori capaci di purificare l’aria. Le opere d’arte si trasformano così in un ideale bosco diffuso che riossigena  le città

Axe,  25 anniversario Falcone e Borsellino Limena - 2017 Axe, 25 anniversario Falcone e Borsellino Limena - 2017

PADOVA -  Si terrà dal 6 e il 16 giugno 2019, a Padova e Abano Terme, la prima edizione di  Super Walls – Festival Biennale della Street Art, che vedrà la partecipazione di 14 artisti italiani e francesi impegnati nel dipingere 20 muri di grandi dimensioni, messi a disposizione da soggetti pubblici e privati in quartieri periferici e industriali.

La particolarità di questo progetto, ideato e curato dalla critica d’arte Dominique Stella e dal gallerista Carlo Silvestrin, è quella di far incontrare Street Art e sostenibilità ambientale. L’arte infatti si metterà al servizio della riqualificazione del territorio urbano e suburbano grazie all’utilizzo di colori capaci di purificare l’aria

Per dipingere le superfici gli artisti utilizzeranno la tecnologia italiana Airlite, le cui pitture, attivate dalla luce, sono note a livello internazionale per la capacità di purificare l’aria depurandola dall’88,8% dagli agenti inquinanti. 

Le pitture Airlite sono testate, inoltre, per neutralizzare gli odori, eliminare il 99,9% dei batteri, prevenire le muffe, respingere la polvere e lo sporco e ridurre i costi energetici fino al 50%. Le opere d’arte così realizzate si trasformano in un ideale bosco diffuso che riossigena la città: ad ogni metro quadro di pittura corrisponde un metro quadro di foresta. Airlite è da tempo attiva a sostegno di iniziative volte a promuovere il tema della qualità dell’aria attraverso l’arte con il progetto “Air is art”, in cui si inserisce anche l’adesione alla Biennale della Street di Abano Terme e Padova.

Come spiega Carlo Silvestrin, l’idea è quella “non solo di promuovere un grande evento artistico ad Abano Terme e Padova, ma di tracciare, in futuro, una connessione con la Biennale di Venezia, per intercettare e convogliare su Padova e sul comprensorio termale parte dei massici flussi turistici che arrivano nella città lagunare per la Biennale di Arte Contemporanea. Abbiamo cercato inoltre un prodotto/colore che potesse portare dei vantaggi positivi sull’impatto ambientale di questa operazione culturale”. “Padova - continua Silvestrin -   è una delle città più inquinate d’Italia e la Street Art nasce come forma d’espressione proprio nei quartieri periferici e industriali. In Super Walls la Street Art contribuisce attivamente alla riqualificazione di questi ambienti, sia sotto il profilo estetico che ambientale”.

Al festival prenderanno parte alcuni degli artisti più in vista nel panorama della Street Art internazionale, tra cui: AxeAlessio-bBoogieJoysMade514OrionPeetaRoulèTony Gallo e Yama. Interverrà, inoltre, la crew de “La Cremerie” di Rennes: GloarFortuneMya e Hayku. Ad ottobre un’analoga manifestazione in programma a ottobre nella città francese.

www.biennalestreetart.com

Ultima modifica il Martedì, 28 Maggio 2019 09:55


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio