WEB-160x142.gif

Venerdì, 14 Giugno 2019 10:05

A Paestum il ritrovamento di un tempietto dorico

Scritto da 

L’inattesa scoperta avviene a poche settimane dall’inizio dei lavori di riqualificazione del Parco archeologico. Gli archeologi si sono imbattuti in una serie di nuovi reperti, tra cui una metopa in arenaria decorata con rosette a rilievo

NAPOLI -  Capitelli, colonne, cornicioni e triglifi di un edificio dorico, sono questi gli elementi decorativi ritrovati dagli archeologi del Parco Archeologico di Paestum mentre rimuovevano la fitta giungla che nel corso degli anni si è formata sul versante occidentale delle mura del Parco. 

La sorprendente scoperta avviene a poche settimane dall’inizio dei lavoriavviati nell’ambito di progetto europeo finanziato con fondi strutturali, finalizzati appunto al restauro e alla riqualificazione della cinta muraria dell’antica Paestum, lunga circa 5 km. 

Tra gli elementi architettonici rinvenuti, tutti di estremo interesse, si evidenzia in particolare un pannello, probabilmente una metopa in arenaria decorata con tre rosette a rilievo, come sono note anche in altri edifici dorici costruiti tra VI e V sec. a.C. a Paestum e nel suo territorio. 

Gli elementi appartengono, con tutta probabilità,  a un tempietto o un portico (stoà) che risalirebbe allo stesso orizzonte della Tomba del Tuffatore e del Tempio di Athena (fine VI/inizi V sec. a.C.). 

Come spiega il direttore del Parco Archeologico di Paestum, Gabriel Zuchtriegel, "la zona in passato ha restituito una stipe votiva, con statuette fittili di divinità femminili in trono e frammenti ceramici databili tra VI e III sec. a.C". 

Il Parco - fa sapere il Direttore -  contestualmente al recupero degli elementi, che sono stati trasportati in deposito dove saranno sottoposti a una serie di analisi e interventi di consolidamento, ha informato il Direttore Generale per l’Archeologia, Gino Famiglietti e il Soprintendente delle province di Salerno, Avellino e Benevento, Francesca Casule, per concordare una strategia di intervento e di indagine condivisa.

Il 19 giugno, alle ore 12, a Salerno, presso la sede della Soprintendenza, si terrà una conferenza stampa aperta al pubblico, durante la quale il Direttore del Parco e il Soprintendente presenteranno  maggiori dettagli in relazione alla scoperta. 

Ultima modifica il Venerdì, 14 Giugno 2019 10:38


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio