WEB-160x142.gif

Mercoledì, 10 Luglio 2019 14:24

Amref e IED, 9 graphic novel per raccontare il Sud Sudan, il paese più giovane e povero al mondo. Immagini

Scritto da 

Un progetto speciale che ha visto coinvolti 9 studenti di Illustrazione e Animazione IED Milano, in un percorso di conoscenza, progettazione e creazione durato 9 mesi

Tavola di Giulia Masia Tavola di Giulia Masia

MILANO - Il nove è sicuramente il numero che ricorre nel progettocondotto da Amref con l’Istituto Europeo di Design, da poco concluso. D’altra parte per molte culture  si tratta di un numero “divino”. Dunque  9 graphic novel realizzate da 9 studenti di Illustrazione e Animazione IED Milano, in un percorso durato 9 mesi; 9 storie sui temi della salute, della sicurezza alimentare, dell'acqua e dell'igiene del Paese più giovane e anche più povero al mondo. 9 progetti tra cui sono stati scelti tre vincitori, rivelati e premiati il 9 luglio, anniversario dell’indipendenza del Sud Sudan, sancita proprio il 9 luglio del 2011.

Le graphic novel vincitrici sono quelle di Michele Accorsi e Giulia Masia (entrambi al primo anno di Corso) e di Lucrezia Pompa (terzo anno, neodiplomata in Illustrazione), rispettivamente con le opere Farfalla kukupu, I colori dell’unione e Una notte di parole, visibili sul sito homehope.corriere.it insieme a quelle di tutti gli altri studenti IED partecipanti all’iniziativa.

Scopo dell'iniziativa è offrire uno sguardo nuovo e giovane, libero da stereotipi sull’Africa: entrare "dentro il Sud Sudan”,  attraverso i racconti e le immagini degli operatori di Amref, e disegnarne delle storie. A guidare gli studenti nel percorso creativo sono stati i docenti tutor Alberto Ponticelli - fumettista e Fabio Berio – storico. 

“Un progetto come quello condotto con Amref - dichiara Rossella Bertolazzi, Direttore della Scuola di Arti Visive IED Milano - in cui le ragazze e i ragazzi devono informarsi, studiare, capire, calarsi dentro una realtà che non è la loro realtà per potersi poi esprimere e dare il meglio con il linguaggio universale delle immagini, servirà loro moltissimo: è un qualcosa che si porteranno dietro tutta la vita.”

Per noi di Amref – evidenzia Paola Magni, Area Programmi di Amref Health Africaè importante riuscire a comunicare l’Africa oltre gli stereotipi, con strumenti nuovi e creativi, una sfida che ci contraddistingue da sempre. Per questo siamo molto orgogliosi della collaborazione con IED, legata al mondo digitale e a narrazioni innovative delle tante storie di questo Continente. A maggior ragione perché è stata fatta dai giovani per i giovani: è proprio con le nuove generazioni che vogliamo raccontare l’Africa come una risorsa, che dobbiamo rispettare, raccontare e disegnare».

Ultima modifica il Mercoledì, 10 Luglio 2019 14:38


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio