WEB-160x142.gif

Mercoledì, 24 Luglio 2019 12:21

Banksy, archiviata la denuncia della Soprintendenza per il murales di Venezia

Scritto da 

“Naufrago bambino”, comparso a maggio  sul muro di un edificio in Rio di Ca' Foscari, è  costato all'artista di Bristol un esposto in Procura per imbrattamento. Il sostituto procuratore Federica Baccaglini ha tuttavia già firmato per l'archiviazione poiché si tratta di un'opera d'arte

VENEZIA - Per il murales “Naufrago bambino”, realizzato sul muro di un edificio in Rio di Ca' Foscari a Venezia, Banksy è stato denunciato penalmente dallaSoprintendenza ai Beni culturali per imbrattamento, ai sensi dell’articolo 169 del Codice dei Beni culturali del 2004.

L’edificio sul quale l’artista di Bristol ha realizzato l’opera è infatti vincolato, come d’altra parte quasi tutti i palazzi veneziani. Tuttavia la Procura, nonostante l’apertura di un fascicolo apposito, ha già firmato per l’archiviazione dell’indagine in quanto, pur sussistendo l’ipotesi di reato, si tratta di fatto di un’opera d’arte che non deturpa né danneggia il palazzo. 

L’opera, comparsa nel maggio scorso e rivendicata da Banksy sul suo profilo Instagram, ritrae un bimbo con un giubbotto salvagente e con in mano un fumogeno di segnalazione che emette un fumo rosa.

Ultima modifica il Mercoledì, 24 Luglio 2019 12:26


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio