WEB-160x142.gif

Martedì, 06 Agosto 2019 12:24

Nel Cilento, il passato e il presente di Bellosguardo passano per la fotografia

Scritto da 

L’11 agosto, all’interno del Festival “Rural Dimensions”, inaugurano le mostre fotografiche primi risultati del Progetto Archivio Bellosguardo per conservare la memoria e l'identità del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano. Si festeggia assieme a Daniele Sepe e Vinicio Marchioni

Foto di famiglia dall'Archivio Tucci Foto di famiglia dall'Archivio Tucci

ROMA - Processioni e cerimonie religiose, sfilate di carnevale e feste scolastiche, i pranzi della domenica, le scampagnate e le giornate tra amici, una vacanza al mare o la prova di un’acconciatura davanti allo specchio, anche alcuni momenti "storici", come la ricollocazione del reliquiario all’interno della Chiesa di Santa Maria delle Grazie al termine del restauro o la costruzione del ponte in muratura sul torrente Sammaro. Rappresentano la "Storia" della piccola comunità di Bellosguardo in provincia di Salerno, nel cuore del Cilento, che è riemersa dal dimenticatorio delle vecchie raccolte fotografiche familiari e che ha trovato una nuova forma e una nuova vita grazie a 4 mesi di lavoro dedicati a scansionare oltre 5.000 immagini provenienti da 24 fondi familiari che raccontano momenti di vita pubblica e privata a partire dai primi anni del Novecento, di questo angolo di "profondo" sud dell'Italia.

Queste 5.000 immagini sono il cuore del progetto Archivio Bellosguardo che chiude la sua fase sperimentale con l’esposizione dei primi risultati: dall’11 agosto, all’interno del Festival “Rural Dimensions”, le vie principali e i luoghi simbolo del paese ospiteranno le mostre frutto del lavoro di digitalizzazione delle fotografie di famiglia. Accanto a queste immagini, anche i risultati delle campagne fotografiche condotte sul territorio da 5 artisti emergenti, ospitati in residenza sul territorio per raccontare il presente di questa comunità. 

Obiettivo di Archivio Bellosguardo, progetto pilota ideato e curato dal fotografo Alessandro Imbriaco con il coordinamento e la produzione dell’Associazione Rehub Alburni, la collaborazione scientifica dell’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione e il patrocinio del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e del Comune di Bellosguardo, è costituire un archivio fotografico del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano che oltre a conservare la memoria e l’identità di quei luoghi, possa essere anche strumento di promozione e sviluppo territoriale.

Nella sala consiliare del municipio sarà esposta una selezione delle fotografie originali donate dalle famiglie e già restituite loro in forma digitale; nel convento Santa Maria delle Grazie un’installazione video mostrerà una selezione più ampia delle immagini private, mentre lungo corso Garibaldi, la strada principale del paese, saranno posizionate due installazioni fotografiche di grandissimo formato, elette a simboli del progetto stesso: un’opera della giovane fotografa Nunzia Pallante e una fotografia di famiglia. Infine, la scuola elementare Attilio Pepe ospiterà le 5 campagne fotografiche realizzate dai fotografi ospitati in residenza - Alessandro Coco, Valerio Morreale, Nunzia Pallante, Mattia Panunzio e Sarah Wiedmann – che restituiscono uno sguardo contemporaneo sul territorio.

E in attesa che in autunno la mostra si sposti a Roma, negli spazi dell’ICCD, e una selezione di immagini provenienti delle campagne fotografiche entrerà a far parte delle collezioni di fotografia contemporanea dell’Istituto, l'11, il 12 il 13 agosto Bellosguardo ospita la IV edizione di Rural Dimensions che avrà tra i suoi ospiti quest'anno anche Vinicio Marchioni e Daniele Sepe. Un programma ricco per tre giorni di musica, teatro, arte e fotografia che partirà domenica 11 agosto con l’apertura della mostra fotografica di Alessandro Imbriaco, a seguire la performance teatrale di Domenico Ingenito e Francesco Calicchia, a chiusura della prima giornata la proiezione del film “I Villani in compagnia di Don Pasta. Il 12 agosto si aprirà con una reading di Nicola ingenito “Le voci di Bellosguardo”, la performance di Gianmaria Borzillo “Rapture”, a seguire il concerto di Giorgio Canali + Rossfuoco e il live set dei Retina.it.  Mentre il 13 agosto, salirà sul palco Vinicio Marchioni con “La più lunga ora”. All’interno dell’ultima giornata di programmazione si terrà anche il concerto di Daniele Sepe e il Canzoniere Terrestre a chiudere il dj set di Marco Messina (99 Posse).

 

Ultima modifica il Martedì, 06 Agosto 2019 13:23


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio