WEB-160x142.gif

Martedì, 17 Settembre 2019 17:21

Design Festival di Londra. Alla ricerca di Banksy con Road Trips by TomTom

Scritto da 

TomTom ha creato un viaggio perfetto di un fine settimana per gli appassionati di arte, per visitare le opere più e meno recenti del già celebre street artist 

Banksy "Season’s Greetings" - Port Talbot Banksy "Season’s Greetings" - Port Talbot

LONDRA - Nel clima di innovazione, bellezza e creatività che caratterizzano il Design Festival di Londra (dal 19 al 22 settembre 2019), TomTom ha pensato a tutti gli appassionati di arte che vogliono andare a caccia di opere all’aria aperta. Sulla piattaforma Road Trips by TomTom è infatti disponibile un itinerario alla scoperta di Banksy tra il verde Galles e Londra, attraversando Bristol. 

Il punto di partenza perfetto è appunto nel Galles, dove l'opera “Season’s Greetings” ha fatto la sua prima apparizione sul muro di un'autorimessa a Port Talbot, a dicembre del 2018. Apparentemente, il bambino raffigurato sembra catturare dei fiocchi di neve con la bocca, ma se si guarda l’intera prospettiva si tratta in realtà di cenere proveniente da un cassonetto in fiamme. L’opera è già stata acquistata da un mercante d’arte, ma vi è ancora il tempo di vederla nella sua nuova sede, la vecchia stazione di polizia di Port Talbot a Station Road, nel centro cittadino.

Da Port Talbot occorrono meno di due ore per raggiungere Bristol attraversando il fiume Severn. Qui si potrà vedere l’opera “Hung Lover”, un amante nudo appeso a una finestra per nascondersi dal marito arrabbiato, il “Mild Mild West”, un orsacchiotto che lancia un cocktail molotov a tre poliziotti antisommossa, e naturalmente la “Girl with the Burst Eardrum”, un intelligente gioco sulla famosa opera d’arte intitolata La Ragazza con l’Orecchino di Perla di Jan Vermeer.

Il viaggio ovviamente si può effettuare da soli, ma per TomTom il modo migliore di conoscere la street art di Bristol è rivolgersi agli esperti locali di Where The Wall per uno Street Art Tour. Grazie alle loro conoscenze, si può essere certi di non perdersi nulla della storia interna delle opere di Banksy.

La tappa successiva è a Londra. A parte Bristol, infatti,  probabilmente Londra ospita più opere di Banksy di qualunque altra città, anche se purtroppo alcune di queste non restano a lungo.

Due opere da non perdere sono state create a settembre del 2017 sui muri esterni del Barbican Exhibition Centre a Londra est. Queste opere sono un omaggio all'artista americano Jean-Michel Basquiat, ed entrambe hanno ora una protezione permanente.

Dopo avere lasciato il Barbican Centre, si prosegue in direzione nord-est per poco meno di 3 km, fino a raggiungere Pollard Street, una modesta strada, dove una delle prime opere famose di Banksy sta gradualmente svanendo. Si tratta di  “Yellow Lines Flower Painter”, che  raffigura un operaio stradale che dipinge delle righe gialle che si allontanano dalla strada, continuano sul marciapiede e sul muro e formano un grande fiore giallo.

Di qui, TomTom consiglia di proseguire direttamente verso la stazione della metropolitana di Londra per lo Street Art Tour. Con partenza ogni domenica alle 13,45 all’uscita Bishopsgate ovest della stazione, la visita guidata passa per Shoreditch e Spitalfields, ed offre nozioni essenziali sui lavori di Banksy ancora visibili e su altre sorprendenti opere d’arte create sui muri della città.

Il Banksy Road Trip di TomTom è stato creato per svolgersi durante un fine settimana; si consiglia di partire il sabato mattina da Port Talbot e di trascorrere la giornata a Bristol. Partendo presto per Londra la domenica mattina  c’è tempo per vedere il Barbican Centre e Pollard Street prima della visita delle opere d’arte nel pomeriggio.

Ultima modifica il Martedì, 17 Settembre 2019 17:27


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio