160x142-haring-proroga.gif

Lunedì, 09 Dicembre 2019 10:13

Art Basel Miami. Un performer "affamato" ha mangiato la banana da 120 mila dollari di Cattelan

Scritto da 

Si avvicina alla banana attaccata al muro con scotch grigio, la stacca e la mangia. A dare vita alla “performance artistica”, sabato 7 novembre,  è stato David Datuna che si è definito “artista affamato”,  aggiungendo: "Adoro l'opera di Maurizio Cattelan, in particolare questa installazione. E' davvero deliziosa..."

MIAMI - L'opera “Comedian” di Maurizio Cattelan, ovvero la banana attaccata al muro con lo scotch, in mostra alla galleria Perrotin, ad Art Basel Miami, una delle fiere di arte contemporanea più importanti del mondo, è stata letteralmente “mangiata” da un artista, che si è definito “affamato”. A dare vita alla “performance artistica”, in qualche modo naturale conseguenza della provocazione del geniale artista italiano, è stato il georgiano David Datuna. Tutto è avvenuto sotto gli occhi increduli e divertiti dei presenti. Dopo il fatto, un dipendente della Galleria ha immediatamente acciuffato il performer, portandondolo in uno spazio separato per poi essere interrogato dagli agenti di polizia.  A documentare la performance anche un video sull’account  Instagram di Datuna. 

"Non ha distrutto l'opera d'arte. La banana è l'idea" - ha commentato al Miami Herald, Lucia Terras, direttrice delle relazioni museali per Galerie Perrotin. La direttrice ha aggiunto che nessuna azione legale è programmata nei confronti di Datuna.

Mentre, appena saputo dell'accaduto, Emmanuel Perrotin, il gallerista che segue Cattelan da anni, si è subito  precipitato indietro dall'aeroporto e, con l'aiuto di un assistente, ha rapidamente sostituito la banana. 

Insomma ora è tutto a posto. Inoltre l’opera è accompagnata  da un certificato di autenticità, il che significa che i proprietari quando vedono che la banana è troppo matura, possono tranquillamente sostituirla.

Tuttavia,  attualmente, a proteggere l'opera di Cattelan sono stati schierati ben quattro agenti di Miami Beach.

Ad oggi sono già cinque gli esemplari venduti dell’opera: tre a Miami, altri due a musei. Secondo il New York Times, una delle acquirenti sarebbe la parigina Sarah Andelman, fondatrice dei negozi Colette.

Ultima modifica il Lunedì, 09 Dicembre 2019 10:48




300x250-banksy-proroga.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via degli Spagnoli, 24 00186 Roma - tel 06 8360 0145 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio