IMG_4882.JPG

Lunedì, 26 Febbraio 2018 12:17

Una teiera di 17 euro si rivela un pezzo d’antiquariato e il MET di New York l’acquista per 523mila euro

Scritto da 

Un oggetto vecchio e anche rotto acquistato nel 2016 da un collezionista inglese è stato battuto dalla casa d'aste Woolley & Wallis e acquisito dal Museo newyorkese 

NEW YORK - Sembrava un pezzo di nessun valore, per giunta sbrecciato, si è invece rivelato tutt’altro. Stiamo parlando di una vecchia teiera, senza coperchio e con il manico rotto, acquistata a sole 15 sterline da un collezionista inglese, che pensava si trattasse di un comune pezzo di porcellana di Isleworth, realizzato in Inghilterra nell’800. 

Valutata da un esperto la teiera (alta 9 cm con disegni blu su fondo bianco) si è invece rivelata un raro pezzo di antiquariato. Sarebbe infatti stata realizzata dal vasaio John Bartlam negli USA attorno al 1870. Si tratterebbe di un pezzo probabilmente unico, nel mondo esistono infatti solo sei pezzi di porcellana di Bartlam, primo produttore di porcellane in America

La teiera è stata quindi battuta dalla casa d’aste Woolley & Wallis e acquistata dal Metropolitan Museum di New York per 460.000 sterline (circa 523mila euro) durante l’asta che si è svolta a Salisbury. In realtà la base d’asta era di circa 10 mila sterline ma in pochissimo tempo ha raggiunto la cifra record con la quale è stata acquisita dal museo newyorkese, tramite un commerciante inglese. 

Ultima modifica il Lunedì, 26 Febbraio 2018 12:46



IMG_4884.JPG

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio