WEB-160x142.gif

Mercoledì, 04 Settembre 2019 13:35

Firenze, un capodoglio nell’orto botanico dell’Università

Scritto da 

E’ l’installazione di Edoardo  Malagigi che, per lanciare l’allarme sull’inquinamento dei nostri mari, ha realizzato un cetaceo a grandezza naturale con 2.220 cartoni usati di tetrapak

FIRENZE - Cosa ci fa un cetaceo nell’orto botanico dell’Università di Firenze?  Si tratta del Capodoglio “Giovanni”, un'installazione artistica firmata Edoardo Malagigi, che con quest’opera lancia un allarme sull’ambiente. Quale migliore testimonial dunque se non un cetaceo riprodotto a grandezza naturale (12 metri di  lunghezza), con cartoni usati di tetrapak, per sensibilizzare il pubblico sul tema dell’inquinamento dei mari.   

L’iniziativa, a cura di Valeria D'Ambrosio e Stefania Rinaldi, si pone come fase conclusiva di “Whale HUB”, progetto di audience development e new media strategies  sviluppato per il Museo di Geologia e Paleontologia dell'Università di Firenze e incentrato sulla Sala della Balena. Il progetto è nato grazie a "Valore Museo’’, programma  promosso da Fondazione Cr Firenze e volto a potenziare l'innovazione e i nuovi pubblici dei musei fiorentini.

L’opera riproduce un capodoglio che vive realmente  nel Santuario Pelagos, area marina protetta nel Mar Mediterraneo  settentrionale. "Giovanni’’, questo il nome del cetaceo, è stato individuato per la prima volta  nel 2016 dall'Istituto Tethys,  che da trent'anni  fa ricerca e rileva il progressivo inquinamento da plastica nei  mari.

A fornire il materiale per la  realizzazione dell’installazione è stato il Gruppo Hera. Da 2.220 cartoni di tetrapak usati sono stati ricavati circa 4.500 elementi da assemblare.

L’installazione sarà inaugurata venerdì 6 settembre alle 16.00, alla presenza del rettore UniFi Luigi Dei, del presidente del Sistema  Museale di Ateneo Marco Benvenuti, del direttore generale della  Fondazione Cr Firenze Gabriele Gori, di Maurizio Giani, amministratore delegato di Hera Ambiente Servizi industriali, di Franco Bagnoli,  delegato per la sostenibilità Unifi, e di Giovanni Pettorino,  ammiraglio ispettore capo della Guardia Costiera. 

La presentazione sarà introdotta da Stefano  Dominici, curatore del Museo di Geologia e Paleontologia  dell'Università di Firenze.   Interverrà, quindi, Valeria D'Ambrosio, mentre le conclusioni saranno affidate a Sabina Airoldi, biologa marina e direttrice dei programmi di ricerca  di Tethys, Adrian Fartade e Willy Guasti, youtuber e divulgatori  scientifici. 

Dopo il periodo di esposizione all’Orto Botanico (fino al 6 ottobre 2019), Il Capodoglio Giovanni si sposterà a Rimini per partecipare a Ecomondo, la fiera per l'innovazione industriale e la tecnologica dell'economia circolare per continuare a condividere il suo messaggio con le persone sulla terraferma.

Ultima modifica il Mercoledì, 04 Settembre 2019 13:40


WEB-250x300.gif

Flash News

Mostre*

© ARTEMAGAZINE - via dei Pastini 114, 00186 Roma - tel 06.98358445 - mail redazione@artemagazine.it
Quotidiano di Arte e Cultura registrato al Tribunale di Roma n. 270/2014 - Direttore Responsabile Alessandro Ambrosin
Società editrice ARTNEWS srl via dei Pastini 114, 00186 Roma
P.IVA e C.F. 12082801007

Chi siamo Archivio